UniVerò veste digital, il 6 ottobre torna il festival del placement

Dalle 14 di martedì 6 ottobre la nuova edizione di Univerò sarà in diretta streaming. Cinque gli ospiti che si alterneranno in un dialogo sul panorama lavorativo attuale. Il festival è promosso dall’ateneo scaligero in collaborazione con Esu Verona e quest’anno sostenuto da Unicredit.

Torna UniVerò, il festival del placement, promosso dall’ateneo scaligero in collaborazione con Esu Verona e quest’anno sostenuto da Unicredit. Il Festival, giunto alla sesta edizione, quest’anno si presenta in una modalità inedita, totalmente online, diventando UniVerò Digital 2020.

L’appuntamento è per martedì 6 ottobre, dalle 14, in streaming. Come sempre gli ospiti sono di grande rilievo e saranno accolti dalla prorettrice dell’ateneo Donata Gottardi. Per ESU ci sarà la Presidente Francesca Zivelonghi. La presentazione dei contenuti sarà affidata a Tommaso Dalla Massara, direttore scientifico del Festival.

LEGGI E GUARDA IL VIDEO: Dalla Massara: «Attesi grandi speaker e testimonial»

Ci sarà poi il saluto di Giannantonio De Roni, segretario generale di UniCredit Foundation. Anche in questa edizione del Festival, il comitato scientifico è composto da Raffaele Boscaini, Marzio Breda, Bruno Giordano e Margherita Forestan. Assieme a loro ci saranno Olivia Guaraldo e Luigina Mortari, in dialogo con Giulio Tremonti, Ilvo Diamanti, Ernesto Galli della Loggia, Antonio Uricchio e Maurizio Beretta. Una visione sul futuro, un dibattito aperto e gestito in dialogo con il pubblico da casa.

Nel corso degli anni, il Festival si è affermato come format di riferimento nel panorama nazionale, capace di aggregare protagonisti del mondo dell’impresa, del lavoro e delle professioni, creando un raccordo efficace tra università e mondo del lavoro.

Negli anni scorsi la manifestazione si è svolta in presenza, proponendo incontri con aziende, workshop e interviste con i protagonisti del nostro Paese. Quest’anno si trasforma in UniVerò Digital e sarà un evento in streaming. L’obiettivo rimane lo stesso, dare alle giovani e ai giovani una grande visione sul futuro, provando a rispondere alla domanda: cosa ci aspetta dopo la laurea? UniVerò vuole essere una bussola per l’orientamento nel mondo del lavoro, con attenzione all’autoimprenditoria e alle nuove professioni.

Nell’attuale situazione di emergenza sanitaria, che ha costretto a rivedere l’organizzazione di molti eventi, l’ateneo di Verona ha scelto di mantenere vivo il collegamento tra università e mondo del lavoro, realizzando UniVerò Digital 2020.

Il programma

Dopo gli interventi della prorettrice Donata Gottardi, di Francesca Zivelonghi, presidente dell’Esu Verona, Tommaso dalla Massara, direttore scientifico del Festival e Giannantonio De Roni, segretario generale di UniCredit Foundation, main sponsor dell’iniziativa, prenderà la parola Giulio Tremonti, con l’intervento dal titolo “Globalité, Marché, Monnaie”.

Sarà poi il turno di Ilvo Diamanti che affronterà “Le dinamiche della società italiana”. Prenderà la parola poi Ernesto Galli della Loggia, che proverà a rispondere alla domanda “Serve ancora la formazione umanistica?”. Sarà quindi il turno di Antonio Uricchio, per approfondire “Il valore della ricerca”.

Concluderà Maurizio Beretta raccontando “L’esperienza di una Corporate Foundation”. Gli interventi saranno proposti in dialogo con Olivia Guaraldo e Luigina Mortari e con il Comitato Scientifico del Festival, composto da Margherita Forestan, Bruno Giordano, Raffaele Boscaini e Marzio Breda

Gli interventi si alterneranno fra streaming, Rettorato e studi televisivi di TeleArena, dove a condurre sarà Mario Puliero.

Il commento degli studenti

Sull’edizione 2020 di Univerò, il festival del placement organizzato da Università di Verona ed Esu, ai microfoni di “Mattino Verona” sono intervenuti anche Thomas Andreatti, presidente del consiglio degli studenti dell’Università, ed Elena Lucia Zumerle, membro del consiglio.