Unione Italiana lotta alla distrofia muscolare, domani gazebo in piazza Brà

I volontari di Uildm domani, in piazza Bra, dalle 9.30 alle 18.30 saranno presenti con l’iniziativa "Vogliamo continuare insieme a te" che quest’anno prevede una raccolta fondi attraverso la distribuzione di caffè in latte di alluminio personalizzate.

La Uildm (Unione Italiana Lotta alla Distrofia Muscolare) torna in piazza per sensibilizzare e raccogliere fondi per le proprie attività. L’appuntamento è per domani, domenica 18 ottobre in piazza Bra, dove i volontari Uilmd saranno presenti con l’iniziativa “Vogliamo continuare insieme a te” e che quest’anno prevede una raccolta fondi attraverso la distribuzione di caffè in latte di alluminio personalizzate, che si potranno ricevere con un’offerta di 10 euro.

Il gazebo dell’associazione sarà in piazza dalle 9.30 alle 18.30. I fondi raccolti andranno a supportare le numerose attività di Uildm Verona per migliorare la qualità di vita delle persone affette da patologie neuromuscolari e i loro familiari. Un’attività che non si è fermata nemmeno durante il lockdown e che anche durante l’emergenza sanitaria ha garantito servizi primari quali il Centro Ambulatoriale di Riabilitazione che segue circa 400 pazienti affetti da distrofia muscolare, sclerosi laterale amiotrofica (Sla), atrofie spianali e altre malattie neuromuscolari.

Così come non si sono fermati i tanti volontari che dedicano parte del loro tempo alla Uildm, per il servizio di trasporto a favore di persone con disabilità, per le iniziative sociali o i progetti di inclusione. L’iniziativa, che rientra nelle Giornate nazionali Uildm che si svolgono in tutta Italia tra il 5 e l’8 ottobre, è stata presentata ieri in municipio dall’assessore ai Servizi sociali Daniela Maellare.

Presenti il presidente di Uildm Verona Davide Tamellini e il coordinatore Giuseppe Fiorio. Per volontà di Uildm, la giornata sarà dedicata al Stefano Bertacco, assessore al Sociale scomparso qualche mese al quale l’associazione era molto legata. «Uildm con la sua attività permette non solo di fare progressi nella ricerca – ha detto l’assessore – ma anche di fornire quei servizi a sostegno delle famiglie, che non devono sentirsi sole nel difficile viaggio della malattia. Quest’anno la donazione si fa acquistando una latta da alluminio da collezione con dentro del buon caffè, un regalo perfetto per chiunque, che potrà venire a contatto con l’associazione». 

«Le risorse finanziare sono fondamentali per promuovere la ricerca e sostenere le attività sanitarie – ha aggiunto Tamellini – ma altrettanto importanti sono quelle umane. I nostri volontari non si sono mai fermati, nemmeno durante il lockdown, ecco perché vogliamo tornare in piazza, per continuare i nostri progetti coinvolgendo la popolazione». Ulteriori informazioni sul sito