Un calendario contro il bullismo, il progetto dell’IC di Lugagnano

Gli studenti della terza media dell'IC Anna Frank di Lugagnano di Sona hanno realizzato dei calendari per sensibilizzare sul tema del bullismo e cyberbullismo.

cyberbullismo Calendario bullismo Lugagnano

Un calendario contro il bullismo, il progetto dell’IC di Lugagnano

Lunedì 21 febbraio, alle ore 16:30, nell’aula magna dell’IC di Lugagnano di Sona verrà presentato il calendario sul bullismo e cyberbullismo. Il progetto è stato realizzato dalle classi terze della Scuola Secondaria di Primo Grado insieme all’AVIS di Lugagnano. 

L’iniziativa 

L’iniziativa è nata da un’idea della Docente di Arte e Immagine, Antonia Rita Castagnella. La sua realizzazione si è sviluppata in tre settimane nel laboratorio di informatica della scuola. Il progetto ha coinvolto vari ambiti disciplinari, insieme al team “Antibullismo e benessere” dell’istituto Anna Frank.

I disegni degli studenti

La professoressa Castagnella ha chiesto agli studenti di disegnare sensazioni, emozioni e disagi relativi al fenomeno del bullismo. «I disegni degli studenti e delle studentesse sono un profondo racconto di ciò che i più giovani vedono attraverso i loro occhi e i sentimenti che provano attraverso i loro cuori», afferma la docente. I ragazzi e le ragazze dell’Anna Frank si sono inoltre “trasformati in grafici”, impaginando il calendario sotto la guida degli insegnanti.

Le finalità del progetto

Il calendario 2022 racchiude le riflessioni sul tema da parte degli studenti dell’ultimo anno della Scuola media. Un racconto figurato che vuole veicolare un messaggio importante e incisivo. Sensibilizzare i giovani sui molteplici pericoli in cui  possono incorrere e sui danni che il bullismo può causare. L’obiettivo è anche aiutare i coetanei che purtroppo ne sono vittima e non riescono a trovare una via d’uscita.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Castagnella: «I loro disegni ci hanno fatto capire chi sono realmente»

«Alcuni dei loro elaborati – prosegue la docente di Arte e Immagine – ci hanno fatto comprendere chi sono realmente. Attraverso i loro disegni i ragazzi sono riusciti a esprimere ciò che forse a parole non avrebbero mai detto».  

Il grande interesse degli studenti

«Gli alunni hanno mostrato grande interesse per il progetto – rivela la Professoressa Maristella Mazzi, del Team Antibullismo –. Si sono impegnati tantissimo. In meno di un mese hanno completato il lavoro, nonostante i rallentamenti dovuti alla pandemia e alle classi in quarantena».  

I frontespizi delle classi 3^A e 3^B

La soddisfazione della dirigente Elisabeth Piras

Secondo la Dirigente Scolastica, Elisabeth Piras Trombi Abibatu, il lavoro svolto dagli studenti, che nel mese di giugno affronteranno il loro primo Esame di Stato, è un «forte esempio di cittadinanza attiva. Il progetto vuole ricordare che tutti si devono impegnare nella prevenzione e lotta al bullismo, in primis gli studenti stessi». 

Il fenomeno del bullismo

Il bullismo e il cyberbullismo costituiscono ormai un problema sociale che coinvolge sempre più famiglie di adolescenti. Le notizie di violenze, aggressioni e talvolta anche suicidi, sono ormai sempre più in aumento. 

L’impegno dell’Amministrazione comunale

«La fruizione della rete è un aspetto importante delle età preadolescenziali e adolescenziali – ammette l’Assessore alla Scuola Gianmichele Bianco -. Per preparare le nuove generazioni al mondo virtuale, consegneremo un opuscolo informativo sul web a tutte le studentesse e gli studenti dalla quinta elementare alla terza media».  

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM