Un autista di Atv è stato picchiato a sangue

Pugni e insulti sulla corsa Atv Verona-Legnago. La vittima è  l’autista del bus che l’altra sera, verso le 19, aveva invitato un gruppetto di ragazzi senza biglietto a scendere dall’autobus. I giovani alla richiesta hanno risposto con la violenza. Frattura del setto nasale per l’uomo, ora è caccia agli aggressori.

I ragazzi, sembra di origine straniera, erano saliti a Bovolone, con tutta l’intenzione di “scroccare” il viaggio.  Non appena il conducente li ha esortati a munirsi di biglietto sono volate grida e minacce. L’autista non si è fatto intimorire e alla prima fermata utile (via Garibaldi) li ha fatti scendere. Quattro di loro, senza lesinare insulti, hanno lasciato l’autobus continuando a dare in escandescenze.

L’autista è sceso dall’autobus per placarli ma la situazione è peggiorata. Non è ancora chiaro se a sferrare i pugni sia stato solo un componente oppure l’intero gruppetto. I carabinieri della stazione di Bovolone, intervenuti su segnalazione di una guardia giurata che si trovava in auto dietro al pullman, stanno indagando per prendere gli aggressori che nel frattempo sono fuggiti e hanno fatto perdere le loro tracce.

Il conducente ha riportato una frattura del setto nasale.