Ucraina, combattimenti intensi a Mariupol

I combattimenti sono arrivati ormai nel centro di Mariupol. Avanza verso sud-ovest l'esercito russo, mentre continuano i bombardamenti su altre città.

Mariupol teatro
La distruzione a Mariupol, al centro il teatro

Si continua a combattere a Mariupol, la città portuale dell’Ucraina sul Mare d’Azov, da giorni principale obiettivo delle forze armate russe nell’avanzata verso ovest. Oltre alla distruzione del teatro, dove avevano trovato rifugio diversi cittadini, dove non si registrano però vittime civili, un altro sito sensibile è quello dell’acciaieria Azov.

Si tratta di una delle fabbriche siderurgiche più grandi d’Europa. Qui si combatte duramente, anche per il controllo della fabbrica. Secondo la deputata ucraina Lesia Vasylenko l’impianto è stato distrutto con gravi danni economici e ambientali.

LEGGI ANCHE: Zanzare: nelle farmacie veronesi il kit antilarvale a prezzo calmierato

Le autorità cittadine di Mariupol hanno inoltre denunciato la distruzione di una scuola in seguito al bombardamento russo. Secondo le fonti ucraine qui si erano rifugiati circa 400 civili, ma non sono noti dati su eventuali vittime, né il fatto è stato confermato da terzi.

I combattimenti ormai sono arrivati nel centro della città.

LEGGI ANCHE: Al Consorzio ZAI il Premio Verona Network 2024

Distruzione a Mariupol, video del quotidiano britannico Guardian

LEGGI ANCHE: Installato a Verona un sistema di irrigazione degli alberi con sacchi di acqua