Ucraina, civili sotto le bombe. Ma c’è il secondo incontro

Prosegue l'avanzata russa in territorio Ucraino, con bombardamenti sempre più pesanti anche sui civili. Secondo l'Onu i rifugiati sono già oltre 870mila.

Ucraina
Bombardamenti in Ucraina

Sempre più pesanti i colpi d’artiglieria e le bombe in aree civili

È continuato anche oggi l’inasprimento dei combattimenti intorno a varie città dell’Ucraina. Mentre sulla capitale Kiev oggi la pressione sembra essersi alleggerita, l’esercito russo fra la serata di ieri e la giornata di oggi ha colpito duramente a Mariupol, Kherson e Kharkiv. Qui, nella seconda città del Paese per popolazione, sono state colpite anche strutture universitarie.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Le vittime civili, secondo la protezione civile dell’Ucraina, sono ormai 2mila dall’inizio dell’invasione russa. Intanto continua l’afflusso di profughi verso l’Unione Europea e gli altri stati vicini: secondo l’Unhcr, agenzia Onu per i rifugiati, sono già oltre 870mila. Di questi sono 453mila in Polonia, 116mila in Ungheria e 79mila in Moldova.

L’attesa per i negoziati

È stato annunciato il secondo turno di negoziati fra le parti. L’incontro dovrebbe tenersi in queste ore o in serata, in una località non precisata in Bielorussia.

AGGIORNAMENTO: la delegazione dell’Ucraina è ancora in viaggio, i colloqui si terranno domani mattina.

LEGGI ANCHE: Ha un malore sul Baldo, 22enne all’ospedale

Ucraina - bombardamenti a Borodyanka, a nord-ovest di Kiev
Risultati dei bombardamenti a Borodyanka, a nord-ovest di Kiev

Dichiarazioni del ministro Di Maio

Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio ha dichiarato: «Gli ultimi dati ufficiali dall’Ucraina parlano di oltre 2mila civili ucraini morti dall’inizio degli attacchi: dobbiamo fermare questo spargimento di sangue».

«Gli sforzi di Papa Francesco per la mediazione in Ucraina vanno proprio in questa direzione e aprono un importante spiraglio di speranza per riportare la pace. Noi li stiamo incoraggiando e stiamo lavorando insieme anche per costruire dei corridoi umanitari. Ne ho parlato con Monsignor Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati della Santa Sede, durante le consultazioni di oggi al Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale».

LEGGI ANCHE: “Notre Dame de Paris” torna all’Arena di Verona con il cast originale

«I negoziati per la pace e il cessate il fuoco sono fondamentali per ogni tipo di sforzo umanitario. Ma devono essere negoziati veri, senza alcuna provocazione e le bombe del governo russo devono lasciare spazio al dialogo. Dobbiamo però essere realisti: la situazione al momento è drammatica, sul campo continuano a morire vittime innocenti. Questa guerra ingiustificata va fermata prima di nuove escalation. Va interrotta questa spirale di violenza e distruzione».

LEGGI ANCHE: Infortunio mortale sul lavoro a Montorio, deceduto un quarantenne

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv