Uccide la moglie e si toglie la vita nel lago

La tragedia questa mattina a Bardolino. L'uomo di 78 anni, dopo aver soffocato la moglie malata da tempo, si è tolto la vita nelle acque del lago.

Dalle prime informazioni fornite dai carabinieri, sembra che la moglie fosse da tempo in condizioni precarie di salute e il marito non riuscisse più a sostenere il peso della sua malattia. L’uomo dopo aver soffocato la donna, si è lasciato annegare nelle acque del lago, nelle vicinanze del porto di Bardolino.

A trovare la madre e a lanciare l’allarme il figlio della coppia, un operaio residente a Bardolino, che stamattina verso le 7:30 è andato a trovare i genitori, ignaro della tragedia. Ha trovato la madre senza vita distesa sul letto, accanto il biglietto in cui il padre annunciava che stava andando al porto “per farla finita”. Corso sul posto, ha individuato il corpo del padre che galleggiava tra due barche e ha dato l’allarme. I vigili del fuoco di Bardolino hanno recuperato la salma del 78enne mentre il medico di base della moglie, allertato dalla figlia della coppia, ha constatato che il decesso della donna non è avvenuto per morte naturale. Sebbene la dinamica sembri chiara, l’Autorità Giudiziaria ha disposto l’autopsia su entrambi i corpi.