Trasporti, Zanotto: «Grande collaborazione delle scuole»

Oggi si rientra a scuola al 50% per gli studenti veneti, e nell'ultimo periodo la Regione e la Provincia hanno lavorato intensamente per garantire un piano del traffico e una viabilità sicura. Per parlare di questo è intervenuto ai nostri microfoni Luca Zanotto, assessore ai Trasporti.

Oggi si rientra a scuola al 50% per gli studenti veneti, i rischi però che si ritorni a una situazione similare a quella di settembre sono molti, per questo si è lavorato intensamente nell’ultimo periodo per garantire un piano del traffico e una viabilità sicura. Per parlare di questo è intervenuto ai nostri microfoni Luca Zanotto, assessore ai Trasporti.

Leggi anche: Scuole superiori: si torna in aula, con qualche critica

«Con il Prefetto abbiamo collaborato in sinergia insieme all’Ufficio scolastico provinciale e regionale e ATV che ha dato una grossa mano per la predisposizione del piano di rientro approntando quei correttivi nell’ambito del droplet assegnato con il 50% della capacità trasportistica degli autobus. Abbiamo impostato il piano tenendo conto della grossa collaborazione del mondo della scuola, con ingressi scaglionati, che ci ha permesso di gestire logisticamente l’afflusso delle persone che arrivano in città attraverso l’impegno di trasporto pubblico locale che può fare quindi più giri e garantire la sicurezza. Stamattina siamo andati in sopralluogo per verificare l’andamento della situazione e abbiamo visto che questo scaglionamento ha portato dei benefici dal punto di vista del traffico veicolare. Gli autobus non erano particolarmente piena, sia nel primo giro delle 8 sia nei giri successivi, gli studenti sono arrivati in sicurezza e la capacità trasportistica è stata centrata e tarata nella maniera migliore. ATV ha messo in campo settanta pullman turistici in più che dalla provincia di Verona arriva nei principali istituti scolastici della Provincia. Anche le uscite sono scaglionate per permettere il trasporto pubblico anche gli orari di uscita di mantenere la capacità di carico. Sono stati impiegati un centinaio di steward che accompagnano gli studenti in didattica in presenza cercando di accompagnare gli studenti e prevenire assembramenti. Da questo monitoraggio tremila e 100 sono le corse impiegate quotidianamente da ATV, in questo caso con una flotta di seicento autobus aziendali, siamo arrivato a 350 corse in più. Questo ci ha dato la possibilità di vedere che il piano ha funzionato e non si sono registrate situazioni di criticità».

Un punto sulla situazione traffico: «Dalla centrale del traffico il monitoraggio avviene costantemente, dalle telecamere dalle centraline poste in corrispondenza delle intersezioni possono regolare con maggiore efficacia i tempi di semaforizzazione. In presenza di una mole così importante di autobus crea una certa soglia di traffico in più rispetto all’ordinario, ma con opportune correzione non abbiamo registrato particolari criticità».

Conclude ricordando il nostro sistema di mobilità sostenibile: «In previsione della ripresa scolastica abbiamo aggiunto 150 biciclette a pedalata assistita elettrica che si aggiungono alla flotta circolante con quaranta stazioni di bike sharing sul territorio. Il nostro sistema vuole quindi dare una alternativa non solo a studenti ma anche ai cittadini».