Traguardi sulla scuola: «Mancano spazi, trasporti e mensa»

«È necessaria una mappatura degli spazi scolastici, un ripensamento dei trasporti e una certezza dei servizi. Gli annunci non servono a nulla». Questo il punto di vista del movimento civico veronese Traguardi, sulla ripartenza delle scuole.

Tommaso Ferrari

«È necessaria una mappatura degli spazi scolastici, un ripensamento dei trasporti e una certezza dei servizi. Gli annunci non servono a nulla». Questo il punto di vista del movimento civico veronese Traguardi, sulla ripartenza delle scuole.

«Il sindaco annuncia la riapertura delle scuole, ma il calendario scolastico regionale non è stato ancora approvato» esordisce Tommaso Ferrari consigliere comunale di Traguardi, «il compito di un’amministrazione comunale è quello di essere concreta, creando le condizioni necessarie per facilitare la ripresa delle attività scolastiche».

«La mappatura degli spazi educativi deve ancora terminare e pertanto non è possibile decidere modalità e tempistiche della didattica e degli orari scolastici», continua Ferrari, «non esistono ancora protocolli sanitari per le scuole, ed è impensabile che quelli in vigore oggi per i centri estivi, siano attuabili per il prossimo anno scolastico».

«Altre note dolenti sono i servizi di trasporto e di mensa, non si hanno ancora certezze su questi strumenti fondamentali per alunni e famiglie. Sui trasporti inoltre serve un ripensamento radicale per creare una mobilità sostenibile da e per gli istituti scolastici».

«Una continua politica di annunci, è solo fumo negli occhi per i cittadini, servono fatti, ma questa Amministrazione sembra si impegni solamente a parlare a discapito del fare» ha concluso il consigliere.