Tosi (FI): «Io filo-atlantico, ma Russiagate è polemica ridicola»

Tosi (Forza Italia): «Io filo-atlantico e dalla parte del popolo ucraino, ma il Russiagate è una polemica strumentale e ridicola della sinistra».

Flavio Tosi
Flavio Tosi

Flavio Tosi, esponente di Forza Italia, commenta il caso sollevato dal quotidiano La Stampa sui colloqui tra persone vicine alla Lega ed esponenti di Mosca in merito alle sorti del Governo Draghi.

«Il Russiagate? Mi sembra che stiamo sfiorando il ridicolo» dice Tosi. «A parte che sarebbe la cosa più normale del mondo che la politica di centro, destra, sinistra possa intrattenere rapporti istituzionali con gli ambasciatori, siano essi russi, americani, cinesi o francesi ecc. (succede da sempre e si chiama diplomazia), ma questa storia tirata fuori da certi giornali mi sembra strumentale e puzza lontano un miglio di propaganda elettorale della sinistra».

Il direttore della Stampa Massimo Giannini ha già risposto agli attacchi degli scorsi giorni con un video, nel quale dice che «è tutto vero» e che «sul Russia-gate la Lega ha molto da chiarire e noi nulla da spiegare: produciamo giornalismo, non fake news».

LEGGI ANCHE: Il comandante Altamura: «Borgo Roma non è il Bronx»

Ha aggiunto però Tosi: «Ci sono state delle smentite molto chiare da parte di Berlusconi, eppure certi giornali molto… progressisti continuano a marciarci! Mi sembra surreale tra l’altro imputare la caduta del governo Draghi alla Russia. E lo dice uno convintamente filo-atlantico e dall’inizio della guerra totalmente dalla parte del popolo ucraino vigliaccamente aggredito da Putin».

LEGGI ANCHE: Verona, scontro auto-moto. Un morto

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv