Torna a Verona l’iniziativa “Giovani in strada”

Nell'ambito di JOB&Orienta, da oggi fino a sabato, i giovani e la sicurezza stradale saranno al centro dell’iniziativa “Giovani in Strada”, promossa dall’Automobile Club Verona con simulatori di incidenti o di guida in stato alterato. Presente anche la Polizia locale con l’unità cinofila per illustrare le tante attività di controllo e prevenzione effettuate giornalmente.

Giovani in strada

Cosa succede, e cosa si deve fare o non fare quando ci si ribalta con l’auto? E cosa si vede, anzi, cosa non si vede, quando ci si mette alla guida in stato alterato? Queste e tante altre risposte i giovani neo patentati, o in età da patente, le avranno all’11edizione di “Giovani in Strada”, tre giorni di educazione e sicurezza stradale organizzati dall’Automobile Club di Verona in collaborazione con il Comune di Verona nell’ambito di Job&Orienta in Fiera.

L’evento, che ha il sostegno e partnership di Sara Assicurazioni, Verona Strada Sicura, Banca Valsabbina, ATV, Bit Mobility e Autoteam, è stato presentato ieri mattina in sala Arazzi dall’assessora alla Sicurezza Stefania Zivelonghi, il presidente dell’Automobile Club Verona Adriano Baso, il direttore Riccardo Cuomo e il commissario di Polizia locale Michele Nespoli.

«Quest’iniziativa coniuga due elementi a cui l’amministrazione tiene particolarmente: i giovani e la sicurezza stradale – sottolinea l’assessora Zivelonghi -. È un connubio che chiede una forte attenzione da parte del Comune e della cittadinanza, e che noi sosteniamo perché porta competenza, sicurezza e capacità alla guida. In ambito di sicurezza stradale stiamo cercando di raccogliere e valorizzare tutte le iniziative che puntano a ridurre, per quanto possibile, il rischio sulla strada».

Aggiunge: «Negli ultimi tempi abbiamo visto quali possono essere le conseguenze, per questo abbiamo fatto delle campagne insieme ai commercianti contro l’uso degli alcolici. Importanti sono il senso delle regole e di responsabilità, per aver una convivenza civile nel rispetto di tutti, nella vita così come sulla strada, per una sicurezza propria e degli altri. Per questo sarà di massima attenzione per l’Amministrazione formare i cittadini, senza distinzione di gruppi e di età, ma con comportamenti diversi, sulla prevenzione dei rischi sulla strada».

Le attività

I ragazzi potranno formarsi e informarsi sulle buone pratiche da adottare per tutelare l’incolumità propria e degli altri attraverso unduplice percorso: una parte all’interno del Padiglione 6 della Fiera, l’altra nell’area esterna immediatamente adiacente.

Saranno presenti le attività e le experiences che hanno reso famoso il metodo di Giovani in Strada, con la possibilità di sperimentare più attività e apprendere aspetti legati alla sicurezza stradale. Ci sarà il Percorso Etilotest, per simulare lo stato di alterazione sensoriale dovuto all’alcool, il simulatore di ribaltamento con una vera auto, per capire quali siano le mosse da fare e da non fare per uscire dal mezzo senza aumentare il rischio di un infortunio. Si anche potranno provare i nuovi simulatori di ACI Ready2Go, per esercitarsi alla guida con la realtà aumentata. I tanti partners e sostenitori di Giovani in Strada proporranno i loro messaggi ai ragazzi che visiteranno l’area espositiva, e non mancherà anche lo stand informativo di Verona Strada Sicura.

LEGGI LE ULTIME NEWS

Nell’area esterna ci si potrà cimentare in prove pratiche di sicurezza ed educazione stradale con i monopattini Bit Mobility, e i ragazzi già patentati potranno fare esercizi pratici di guida sicura con le automobili grazie alla disponibilità di Autoteam e alla preparazione degli istruttori della ST Driving School di Sabrina Tumolo, con esercizi di frenata, tenuta di strada e guida in condizioni di scarsa aderenza che compongono abitualmente i corsi di guida sicura anche dei centri ACI come quello SARA Vallelunga.

L’iniziativa dello scorso anno

Presente anche la Polizia locale

Presente anche la Polizia locale, che illustrerà il grande lavoro prevenzione, sicurezza su strada con anche l’unità cinofila e di analisi documentale, per un’informazione a 360 gradi su tutti i pericoli e inconvenienti a cui si può andare incontro se non si tiene un comportamento adeguato. Un’iniziativa dedicata ai giovani ma che l’Amministrazione, in collaborazione con l’AC Verona, vuole ampliare a tutte le fasce d’età.

«Noi teniamo molto ai giovani, perché sono il nostro futuro e saranno loro a dover gestire la sicurezza sulle strade – ha esordito il presidente Baso -. Sappiamo bene che in questo periodo sulla strada ci sono tanti problemi, dati anche da ciclomotori e monopattini che sfrecciano. Dobbiamo dare un po’ di senso civico ai ragazzi, per evitare i tanti casi drammatici che accadono tutti i giorni. Con questa iniziativa daremo loro la possibilità di fare delle esperienze, per capire realmente cosa succede quando ci si ribalta in auto o si guida alterati. Attività da sempre molto apprezzate dai ragazzi, che cercheremo di coinvolgere con entusiasmo per una maggiore educazione stradale».

«Abbiamo in programma tante altre iniziative con l’Amministrazione – spiega il direttore Cuomo -. In un recente convegno organizzato dall’Autostrada A4 è emerso che l’età maggiore di incidentalità è dai 35 ai 70 anni. Quindi non serve solo educare i giovani, ma anche noi adulti, che a volte siamo di cattivo esempio ai nostri figli».

«Da sempre partecipiamo a questo importante evento, portando e mostrando ai ragazzi tutta la nostra professionalità per far capire cosa realmente facciamo – dice il commissario Nespoli -. Dagli anni ’70 la Polizia locale svolge attività di prevenzione nelle scuole e in vari ambiti. Sulla strada si incontrano tutte le persone e tutte le loro esigenze, e ognuno deve trovare il suo posto nel segno della consapevolezza e della prevenzione. Spesso si creano delle fazioni, tra automobilisti, ciclisti, pedoni e monopattinisti, per questo ciascuno deve sapere rispettare le norme riguardanti la categoria a cui appartiene quando è in strada. Ricordiamo che non sono le sanzioni a evitare i comportamenti scorretti, ma il contrario».

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv