Tocatì 2022, ventennale con circa 150mila persone in gioco a Verona

Per la ventesima edizione del Tocatì, Verona è tornata a vivere in pieno il Festival internazionale dei giochi in strada. Vie e piazze animate da famiglie, giovani e bambini.

Tocatì 2022

Un appuntamento che rafforza il senso di comunità, accrescendo la partecipazione e il coinvolgimento della cittadinanza, che torna a vivere e a condividere la città. La 20esima edizione del Tocatì ha registrato numeri da pre-pandemia, con un fine settimana di eventi, conclusisi domenica 18 settembre, che hanno visto la partecipazione di oltre 150 mila persone.

LEGGI ANCHE: È tornato il grande Tocatì

«Giornate intense, con una grande partecipazione di famiglie, bambini e giovani sia veronesi che provenienti da fuori città – ha detto l’assessora alla Sicurezza Stefania Zivelonghi –. Da parte della Polizia locale vi è stato uno sforzo importante, con l’impiego di agenti a piedi e di pattuglie in strada. La manifestazione è andata benissimo, non si sono registrati episodi negativi e tutto si è svolto nella massima sicurezza. Rivolgo un particolare ringraziamento alla Polizia locale e al Comitato per l’Ordine pubblico, coordinato dal Prefetto, che ha affrontato il tema in via preventiva consentendo una puntuale pianificazione di tutti gli interventi messi in campo».

In città e nelle principali vie di accesso le pattuglie della Polizia locale hanno gestito la viabilità. Nei luoghi adibiti alla manifestazione agenti a piedi per la sicurezza ai partecipanti. E, ancora, decine di operatori Amia in servizio per pulire piazze, aree verdi e vie interessate dall’evento.

LEGGI ANCHE: Morte Rebellin: si prepara un mandato di arresto europeo per l’autista. Lo strazio della moglie

Tocatì 2022

Sicurezza

Per tutto il fine settimana la Polizia locale ha impegnato diverse pattuglie per il controllo e la gestione del traffico. Particolare attenzione è stata rivolta alle strade d’ingresso e d’uscita dalla città, e alle zone limitrofe ai principali parcheggi e aree di sosta.

Per la chiusura di via Massolongo e dell’incrocio tra via Ponte Nuovo e via Trota, aree temporaneamente adibite al gioco, è stato programmato un servizio fisso di controllo, con l’impiego di quattro pattuglie, due per punto di blocco.

Infine, nel cuore della manifestazione e nei punti di maggior afflusso di persone, quattro pattuglie di agenti hanno costantemente monitorato la situazione.

LEGGI ANCHE: Oltre un miliardo di investimenti nel Veronese per l’AutoBrennero del futuro

Decoro, pulizia e riordino

Potenziati da parte di Amia tutti i servizi operativi prima, durante, e dopo la manifestazione, con l’obiettivo di garantire pulizia, decoro e ordine alle migliaia di turisti che hanno affollato la città durante il weekend.

Decine di operatori, con l’ausilio di appositi macchinari, sono intervenuti subito dopo la chiusura degli stand, per ripulire le piazze, le aree verdi e le vie interessate dall’evento. Amia ha inoltre provveduto all’abbellimento e alla decorazione floreale di piazza dei Signori e piazza Bra, dove sono state posizionate circa un centinaio di piante fiorite.

Divertimento e attenzione per l’ambiente

Sono stati circa un migliaio i visitatori che hanno affollato lo stand Amia durante il Tocatì. Sabato e domenica, turisti, famiglie e bambini hanno partecipato ai giochi e alle attività promosse da Amia. Proposti percorsi ludico-didattici all’insegna della sostenibilità, del riuso, di una corretta raccolta differenziata. Centinaia i gadget e il materiale informativo consegnati ai numerosi partecipanti, il tutto nel segno dell’ambiente.

LEGGI LE ULTIME NOTIZIE SU EVENTI, CULTURA E SPETTACOLI

Guada la galleria su Instagram

LEGGI ANCHE: Auto contro un’albero a Sona, un ferito grave

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM