Terrorismo: giudice di Pace conferma espulsione per radicale islamico

Confermata dal giudice di Pace di Padova l’espulsione di Shaban Caca, cittadino di origine albanese che era stato espulso dopo che la Digos aveva riscontrato condotte ritenute pericolose per la sicurezza nazionale.

Il giudice di Pace di Padova ha rigettato il ricorso contro il decreto di espulsione per pericolosità sociale connessa al rischio di derive terroristiche nei confronti dell’albanese Shaban Caca. L’uomo era stato espulso dall’Italia poiché la Digos di Padova aveva riscontrato condotte ritenute pericolose per la sicurezza nazionale. Il giudice di Pace ha riconosciuto la fondatezza delle motivazioni di espulsione per le frequentazioni pericolose di Caca che sul suo profilo Facebook aveva pubblicato post che comprovavano il suo collegamento con imam radicali, alcuni dei quali già coinvolti in indagini inerenti il reato di istigazione all’odio razziale e di reclutamento di giovani volontari nelle file dell’Isis.

Caca aveva inoltre forti risentimenti verso gli ebrei, la cultura occidentale e le festività cristiane. La Digos ha accertato che Caca aveva intrapreso un’azione di indottrinamento all’islam radicale nei confronti di un connazionale con cui condivideva il proprio appartamento. (Ansa)