Terrore sul bus: la Prefettura di Cremona apre una pratica per lo studente eroe

Il sindaco di Crema ha sottolineato il comportamento corale degli studenti, che si sono aiutati l’un l’altro per salvarsi.

La prefettura di Cremona ha chiesto al Comune di Crema il certificato di nascita di Ramy per valutare la concessione della cittadinanza al ragazzo di origine egiziane che ha contribuito in modo determinante a evitare che ci fossero vittime a borde del pullman, con la sua classe a cui l’autista ha dato fuoco a San Donato Milanese. Lo ha spiegato il sindaco di Crema, Stefania Bonaldi al sua arrivo alla scuola Vailati dove è atteso il ministro dell’Istruzione Marco Bussetti.

Il sindaco ha però posto l’accento su come sia stato “corale” il comportamento degli alunni: “c’era chi distraeva l’attentatore, chi contribuiva a nascondere i telefoni. Credo sia stato il messaggio più importante: si sono salvati insieme”. (Ansa)