Tenta di buttarsi dal quarto piano, anziano salvato per un soffio

L’aspirante suicida è stato fermato dalla prontezza di un poliziotto mentre cercava di buttarsi dalla finestra.

 

È scattato qualcosa. Quel dolore profondo che non trovava vie d’uscita possibili ad un certo punto si è manifestato tutto insieme. Forse per zittire i pensieri e silenziare la sofferenza, un anziano, da tempo depresso, ha scelto di affidarsi alla morte. Venerdì alle otto di sera si siede, così, con le gambe a penzoloni dalla finestra del suo appartamento al quarto piano. Per fortuna lo vedono dei passanti che, immediatamente, chiamano la Centrale Operativa.

Da lì inizia la corsa disperata della polizia. Arrivano due volanti in pochi minuti. L’uomo sta lì sospeso con sotto 20 metri di vuoto. Tre poliziotti prendono le scale del condominio e cercano di raggiungere l’appartamento dell’anziano. Un quarto rimane in strada a parlare con l’aspirante suicida e a tentare di distrarlo dal suo triste proposito. Presto arriva in aiuto anche un’altra volante. Si sprecano i tentativi di farlo parlare, di sostenerlo, di distoglierlo dal suo intento. Intanto gli altri poliziotti, con un cacciavite, forzano la porta. Il rumore del loro ingresso risveglia la terribile decisione dell’uomo. Appena si accorge della loro presenza, senza pensarci, si lascia andare nel vuoto.

Uno dei tre poliziotti si catapulta alla finestra e riesce ad afferrare al volo un braccio dell’anziano. Si sforza di tenerlo stretto finché non arrivano i colleghi e insieme lo mettono in salvo. Un tragico epilogo evitato per un soffio grazie alla prontezza delle forze dell’ordine. Sentito e commosso il ringraziamento delle figlie dell’uomo malato da tempo di depressione, che hanno ringraziato i salvatori del loro papà.

 

Guarda il video di Tv7 Verona Network