Teneva più di un chilo di hashish in casa: arrestato pregiudicato

È stato arrestato nel pomeriggio di ieri a Montagnana, in provincia di Padova, un pregiudicato di origini marocchine accusato di spaccio di sostanze stupefacenti. A fare irruzione nella casa dell’uomo, classe ’83, i carabinieri della stazione di Minerbe, il Nucleo Cinofili di Torreglia e il NOR della compagnia di Este, che tenevano d’occhio il marocchino. All’interno dell’abitazione sono stati trovati, infatti, più di un chilo di hashish e 1.500 euro, forse frutto dello spaccio.

Sono scattate la manette ieri a Montagnana, in provincia di Padova, per un uomo di origini marocchine pregiudicato accusato del reato spaccio di sostanze stupefacenti.

L’indagine è stata seguita dai carabinieri della stazione di Minerbe insieme a quelli del Nucleo Cinofili di Torreglia e del NOR della compagnia di Este che, dopo pedinamenti e controlli, hanno fatto irruzione nella casa dell’uomo, classe ’83. All’interno i militari hanno trovato altri due connazionali, ospiti del pregiudicato, mentre il cane dell’unità cinofila ha rinvenuto due panetti di hashish per un peso complessivo di 1 chilo e 120 grammi. Insieme alla droga anche 1.500 euro in contanti, probabilmente frutto dello spaccio.

Il marocchino è stato quindi arrestato e nel pomeriggio di oggi si terrà il rito direttissimo presso il Tribunale di Rovigo. Gli altri due uomini, invece, sono stati rilasciati con la denuncia a carico di uno dei due per falsa attestazione sull’identità a Pubblico Ufficiale.