Tav, arriva il sì di Tria

É positivo il ministro dell’Economia Tria sulla realizzazione della Tav che, in queste settimane, sta creando tensioni all’interno del Governo.

La Confindustria italiana e il Medef francese sono ‘determinati’ a sostenere il ‘completamento’ della rete Ten-T: in particolare, “la linea ad alta velocità Torino-Lione, anello ancora mancante del corridoio Mediterraneo”. É quanto si legge nel documento finale degli industriali francesi e italiani al termine del forum economico a Versailles, dove è stata anche siglata la pace per Stx-Fincantieri.

“Credo che il governo stia andando verso quella direzione”, ha detto il ministro Tria, che parla di una ‘evoluzione positiva’ dei contrasti nel governo sulla Tav. Palazzo Chigi ha smentito ieri mattina sia il sì di Conte a una mini-Tav sia che Conte abbia chiesto il supplemento di analisi sull’opera, mentre Toninelli ha detto che anche il nuovo studio è negativo per 2,5 miliardi. “Ci sono posizioni differenti nel governo – ha detto Tria – ma credo che ci sarà un’evoluzione positiva perché sono i fatti” che portano in quella direzione. “Del resto c’è una legge su questo e per cambiare ci sarebbe bisogno di un’altra legge, ma non credo sarà cosi”. (Ansa)