Tar: ok alle sale slot vicino ai bancomat

Il Comune di Belluno chiede ora alla Regione di modificare la legge introducendo gli sportelli del bancomat tra i luoghi sensibili.

Gli sportelli bancomat non figurano tra i “luoghi sensibili” inseriti nella legge regionale, e per questo i comuni non possono vietare l’apertura di sale slot nelle loro vicinanze: questa, in sintesi, la motivazione della sentenza del Tar Veneto che ha consentito l’apertura della sala slot alla Veneggia, nonostante il regolamento comunale.

«Secondo questa sentenza, – spiega il Sindaco di Belluno, Jacopo Massaro – il Comune non può allargare il bacino dei ‘luoghi sensibili’, nonostante l’Ulss indichi anche nella vicinanza tra sportelli bancomat e sale da gioco un potenziale rischio. Chiediamo quindi che la Regione Veneto porti al più presto in consiglio regionale una modifica alla legge, introducendo anche queste strutture tra i luoghi sensibili, insieme alle scuole, chiese, strutture sanitarie e altri luoghi di aggregazione». Massaro sta valutando se presentare ricorso al Consiglio di Stato. (Ansa)