Tamponi dello spritz. CUB Trasporti: «Al Catullo centinaia di lavoratori in attesa»

La sigla sindacale, pur non rinnegando la validità dell'azione preventiva svolta nelle piazze, ricorda al Presidente Zaia come ci siano decine e decine di lavoratori e lavoratrici in attesa da un anno del tampone.

Tenda tamponi in Piazza Erbe
Tenda tamponi in Piazza Erbe

CUB Trasporti non ci sta e annuncia una nuova manifestazione davanti alla Prefettura il prossimo 25 febbraio dalle 10 alle 14. All’origine della protesta «un’enorme presa in giro».

Secondo la sigla sindacale, mentre con l’iniziava ribattezzata dal Presidente della Regione Veneto “I tamponi dello spritz” si è dato il via allo screening di massa nelle piazze principali di ritrovo delle città venete, Verona, Vicenza e Treviso, all’aeroporto Valerio Catullo a Villafranca di Verona ci sarebbero centinaia di lavoratrici e lavoratori che attendono dall’inizio della pandemia di essere sottoposti a tampone.

aeroporti restano aperti coronavirus
L’aeroporto Valerio Catullo di Villafranca-Verona

«Apprendiamo con molta amarezza la campagna della Regione Veneto. – si legge nella nota – Tende issate in men che non si dica, medici specializzandi e via alla coda in Piazza Erbe a Verona per fare il tampone gratuito gentilmente offerto dalla Regione. Non è la prevenzione che dà fastidio, sia chiaro, vorremmo solo che il lavoro fosse considerato più importante dei spritz!».

CUB Trasporti hanno chiesto alle aziende che operano al Catullo di provvedere per i propri lavoratori e le risposte sarebbero state due: le aziende GH Verona srl, AGS Handling srl, FC handling srl (Catullo spa esclusa) non avrebbero soldi per lo screening dei dipendenti. Il gestore aeroportuale Catullo spa, invece, ha fatto un accordo con l’azienda SET (Servizi emergenza territoriale) la quale, previo pagamento, esegue tamponi ai dipendenti aeroportuali.

«Indicheremo alle lavoratrici e lavoratori di mettersi in coda in Piazza Erbe» – prosegue amara la nota. La CUB Trasporti Verona e Venezia avevano anche scritto nelle date 29 ottobre 2020 e 18 novembre 2020 sia alla Regione Veneto che al sindaco Sboarina e al sindaco Brugnaro, ma «nessuno ha ribattuto, lasciando i lavoratori aeroportuali del Catullo e del Marco Polo senza una risposta».

Lettera CUB Trasporti del 18 novembre
Lettera CUB Trasporti del 29 ottobre

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM