Tajani preannuncia l’apparentamento di FI (e Tosi) con Sboarina, senza mai nominarlo

E' di pochi minuti fa la conferenza stampa di Forza Italia che si è svolta nella sede nazionale del partito a Roma e che ha sancito ufficialmente l'ingresso di Flavio Tosi nel partito di Berlusconi. Il partito del Cavaliere, che ora porta in dote il 24% dei voti ottenuti con Tosi, ha dato la disponibilità ad appoggiare il sindaco uscente nella sfida contro Damiano Tommasi.

Tosi nella sede di Forza Italia
Da destra, Melotti, Tajani, Tosi, Bisinella, Bozza e Brancher

Ora è ufficiale: Flavio Tosi è un uomo di Forza Italia e Forza Italia sosterrà Federico Sboarina, o meglio «l’altro candidato del centrodestra» (sempre se il sindaco uscente vorrà), al ballottaggio contro Damiano Tommasi il prossimo 26 giugno. La doppia notizia è stata data pochi minuti fa in conferenza stampa a Roma, nella sede nazionale del partito, dal coordinatore nazionale Antonio Tajani che ha parlato di apparentamento «necessario», da affinare, comunque, attraverso dei tavoli di trattativa.

«Non esiste per noi non raggiungere un accordo col centrodestra, sarebbe un errore fatale per Verona. – ha dichiarato TajaniCi saranno dei tavoli di trattativa con l’altro candidato del centrodestra (Federico Sboarina non è mai stato nominato esplicitamente durante la conferenza stampa, né da Tajani, nè da Tosi), ma non esiste ipotesi che il centro del centrodestra, ovvero Forza Italia, sostenga altre liste o altre coalizioni».

«Silvio Berlusconi ha deciso di compattare le fila a livello nazionale e sono felice che tra i primi a rispondere a questa chiamata ci sia proprio Flavio Tosi. – aggiunge Tajani – Questa mattina ci siamo incontrati con lui, con i capigruppo alla Camera e al Senato, e Tosi ha deciso di aderire alla nostra proposta di sostenere il centrodestra al prossimo turno delle ammnistrative a Verona. Inizia un percorso con il già sindaco di Verona e le sue liste civiche: Forza Italia, oggi, con questo, rappresenta nella città scaligera 24% di coloro che sono andati a votare. Faremo valere negli stessi tavoli di trattativa di cui parlavo prima, questo risultato che per noi ha una rilevanza nazionale, per questo siamo oggi qui a Roma a parlarne».

«Sono onorato di questa opportunità e, soprattutto, della telefonata che ho ricevuto da Silvio Berlusconi – ha aggiunto Flavio Tosi dopo aver ricevuto la tessera del partito – La scelta di oggi, di entrare in Forza Italia, è frutto di un lavoro iniziato molto tempo fa e condiviso con tutti i coordinatori, a tutti i livelli, dal provinciale al nazionale passando dal regionale. Sostengo da sempre che nel centrodestra ci siano due anime, la prima sovranista e populista, e una liberale e pragmatica. Io mi riconosco totalmente in quest’ultima e sono felice che il Cavaliere abbia voluto richiamare a raccolta persone con i valori e le caratteristiche vicine alle mie per rilanciare un ambizioso progetto politico a Verona e in tutta Italia».

«Assieme a me oggi c’è Patrizia Bisinella, la più votata della lista Fare! e con le nostre civiche aderiamo alla proposta di FI e all’indicazione di trovare un accordo con il centrodestra per dare continuità all’area politica senza consegnare la città alla sinistra. – ha concluso Tosi – Ho sempre detto che il primo turno, per noi, era una sorta di primarie e ha vinto l’altro candidato, ora bisogna trovare una quadra».

«Benvenuti Flavio e Patrizia! – ha esclamato Anna Maria Bernini, capogruppo di FI al Senato – Benventi a casa vostra. Avete ottenuto a Verona un ottimo risultato e ora, tutti insieme, ci mettiamo a disposizione lealmente e coerentemente al centrodestra cittadino per vincere elezioni contro il centrosinistra».

I partecipanti alla conferenza stampa di oggi.

Il commento di Alberto Bozza

Il Consigliere regionale e capolista alle Comunali di Forza Italia Alberto Bozza, presente oggi a Roma nella sede nazionale di Forza Italia, commenta l’ingresso di Flavio Tosi in Forza Italia: «Un percorso – dice Bozza – cominciato un anno e mezzo fa alle Regionali e proseguito con grande collaborazione e comunanza di vedute a Verona. L’approdo di oggi è il naturale frutto di questo cammino».

Un percorso a cui Bozza ha sempre creduto, sia come storico componente del partito azzurro fin dal 2002 e Consigliere regionale dal 2020, sia come esponente della Lista Tosi prima come assessore della Giunta Tosi nel 2015-17 e poi come consigliere nell’ultima consigliatura a Verona: «Ho sempre visto una naturale simbiosi tra Tosi e Forza Italia nella condivisione dei valori liberali, riformisti, garantisti e del buon Governo. L’ottimo risultato della coalizione Tosi e Forza Italia alle elezioni amministrative di domenica ha completato questo percorso e portato al naturale approdo di Tosi nel nostro partito. Va dato atto al Presidente Berlusconi e al Vicepresidente e Coordinatore nazionale Tajani di questa brillante operazione politica. Ringrazio il Coordinatore regionale Michele Zuin, il Senatore Massimo Ferro e il Coordinatore provinciale Claudio Melotti, le donne e gli uomini di Forza Italia del Provinciale per la condivisione degli sforzi fatti in questi anni, ma soprattutto ringrazio chi ci ha creduto assieme a me fin dall’inizio con sincera collaborazione. Con Tosi e Forza Italia lavoreremo come indicato dal Presidente Berlusconi per rafforzare il centrodestra e offrire una proposta politica ai tanti amministratori e ai cittadini del nostro territorio”».

Alberto Bozza
Alberto Bozza a Palazzo Ferro Fini

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM

radio adige tv