Sub veronese scomparsa in Messico, potrebbe trattarsi di suicidio

Potrebbe trattarsi di un caso di suicidio, quello della scomparsa di Anna Ruzzenenti, l’istruttrice di sub di 27 anni originaria di Bardolino, partita lo scorso 13 dicembre per una vacanza in Messico.

È stata ritrovata senza vita, la giovane istruttrice di sub del veronese che lo scorso 13 dicembre era partita per una vacanza nel paese del centro-americano e ora si indaga sulle cause della morte. Come riportato questa mattina dall’agenzia Ansa, al momento le indagini sembra si siano orientate verso l’ipotesi di un suicidio dopo la messa in onda, sulla tv messicana ‘Canal 10’ di Cancun, di un video girato quando la giovane era ancora viva postato sulla piattaforma di YouTube.

Il filmato, girato il 19 dicembre, a pochi giorni dall’arrivo di Anna in Messico, racconta del tentato suicidio per annegamento della ragazza e del suo salvataggio miracoloso. La giovane, dopo essere stata estratta dall’acqua, sarebbe stata poi condotta immediatamente in ospedale. Dopo l’accaduto, le autorità avrebbero suggerito il rientro immediato in patria ma Ruzzenenti sarebbe riuscita a convincere il Sistema integrale per lo sviluppo della famiglia (Dif) e agli agenti della polizia turistica a permetterle di restare per godersi un’ultima volta le onde caraibiche messicane.