Stabilimento Intel, lo vorresti a Vigasio? IL SONDAGGIO

«Intel rappresenterebbe un’enorme opportunità per Verona e il Veneto» secondo il presidente della Provincia Pasini. Rimane però da chiarire l'avanzamento della trattative per l'insediamento dello stabilimento nel Comune veronese.

Intel Vigasio
Foto d'archivio

Il Consiglio Provinciale ha approvato all’unanimità mercoledì pomeriggio, nella Loggia di Fra’ Giocondo al Palazzo Scaligero, una mozione per sostenere Vigasio quale sito per l’insediamento di un nuovo stabilimento Intel.

«La Provincia non ha chiaramente competenza sulla scelta del sito, ma si occupa di aspetti quali l’urbanistica e l’adeguamento delle infrastrutture viabilistiche che sono senz’altro strategici per i territori e per l’insediamento stesso – ha affermato il Presidente Flavio Pasini –. Lo stabilimento rappresenterebbe un’enorme opportunità per Verona e il Veneto, perciò faremo quanto necessario, nelle sedi opportune, per sostenerlo. Ringrazio i Consiglieri per il voto unanime e i proponenti per l’attenzione dimostrata su un tema davvero rilevante per il lavoro e l’economia scaligera».

Forza Italia, con il deputato Flavio Tosi e il consigliere regionale Alberto Bozza (da tempo attivo sulla questione Intel) si dice soddisfatta di un dossier che sul piano istituzionale unisce Regione e Provincia.

Tosi sottolinea che «Verona è strategica, perché sarebbe la sede naturale e ideale per Intel in Italia, per ragioni logistiche e geografiche, vedi il collegamento con il Brennero e la Germania, altro Paese centrale in Europa per la multinazionale americana». 

Bozza invece plaude all’iniziativa «dei nostri consiglieri provinciali Zeno Falzi e Michele Taioli, i primi a portare in Provincia la questione Intel con una mozione che poi ha spinto il Presidente Pasini alla delibera. Un’azione che dimostra come Forza Italia sia particolarmente attiva e sensibile su tutti i fronti istituzionali per portare Intel a Vigasio. Da Roma, in Parlamento, dove l’On. Tosi si sta adoperando da tempo, alla Provincia, passando per la Regione: una filiera istituzionale volta alla crescita economica ed occupazionale e allo sviluppo tecnologico del nostro territorio»

Quella su Intel, ricordano Bozza, Falzi e Taioli «è una partita che vale miliardi di euro d’investimento e migliaia di posti di lavoro, e che rappresenterebbe anche un’occasione storica di innovazione tecnologica della nostra economia. Per questo dobbiamo fare sistema per persuadere il nostro Governo a rafforzare Vigasio individuandola come unica candidata italiana, forte di una posizione logistica invidiabile per il suo collegamento con il corridoio del Brennero e quindi con la Germania, dove sorgerebbe un’altra sede di Intel».

LEGGI LE ULTIME NEWS

I risultati del sondaggio saranno pubblicati sul quotidiano Daily Verona di domani!
Per riceverlo gratuitamente via email o Whatsapp clicca qui
.

Rispondi al sondaggio