Virtus domani a Rimini per la salvezza. Le parole del mister

Luigi Fresco Virtus Verona

Domani alle 15 a Rimini la Virtus Verona si gioca la permanenza in Serie C, partendo dal risultato favorevole della gara di andata dei play-out.

Questa volta sarà davvero la partita che vale una stagione. Domani allo stadio Romeo Neri (fischio d’inizio alle 15, diretta Tv su Sportitalia) Rimini e Virtus Verona si contenderanno l’unico posto disponibile per disputare il campionato di serie C anche il prossimo anno. Si parte dall’1-0 dell’andata a favore della Virtus che, dunque, avrà due risultati su tre a disposizione.

Al contrario, la vittoria del Rimini significherà automaticamente salvezza per i romagnoli, con qualsiasi risultato visto che il regolamento non prevede il conteggio dei gol in trasferta.

Alla vigilia del match, queste le parole del presidente-allenatore della Virtus Verona Luigi Fresco: «Siamo consapevoli dell’importanza della gara che non ammetterà ulteriori appelli. Siamo altrettanto consapevoli della nostra forza. Scenderemo in campo per cercare la vittoria, senza fare calcoli anche perché non ne siamo capaci. Se pensiamo a difenderci per strappare un pareggio alla fine può succedere che subiamo gol. Dobbiamo invece pensare a fare gol, impostando la gara senza pensare a quanto successo sette giorni fa a Verona».

Fresco parla anche della possibile formazione da mandare in campo: «Ho tutti a disposizione, sono partiti tutti alla volta di Rimini perché il gruppo per noi rappresenta un elemento di forza. Per quanto riguarda la formazione titolare ho qualche dubbio, non escludo sorprese. Mi prendo questa notte per decidere ma ho diverse cose che mi frullano per la testa».