Victoria, è brasiliana la spadista più giovane del Mondiale

Victoria Vizeu, coi suoi 14 anni da compiere il 14 aprile, è la più piccola tra le atlete in gara nella gara di spada femminile under 20 ai Campionati del Mondo Cadetti e Giovani. È nata nel 2004 a São Paulo, un anno dopo quello che definisce l’inizio della categoria Cadetti, e si è trovata in pedana con atlete più grandi di lei anche di 7 anni.

Quando ha visto Rossella Fiamingo davanti a lei, le si sono illuminati gli occhi. Eppure non si è emozionata finché non ha visto il suo mito, andarle incontro per parlare con lei. La sua gara si è conclusa al 59esimo posto, dopo aver superato i gironi con 4 vittorie e due sconfitte e un primo assalto a eliminazione diretta. E pensare che in teoria questa gara non l’avrebbe nemmeno dovuta fare. Non era nei piani, il Brasile l’aveva chiamata per tirare quella del 2 aprile, nella categoria under 17, ma poi era rimasto un posto libero tra le Giovani e l’ha inserita.

I suoi tecnici devono aver visto qualcosa di speciale in lei, nel modo in cui impugna la sua spada col manico francese. In Brasile ha vinto il titolo nazionale Infantil, poi quello tra le atlete di 14-15 anni, è arrivata terza ai campionati nazionali under 17. È campionessa sudamericana e bronzo ai panamericani under 14, e argento ai campionati sudamericani Cadetti. Così, a forza di risultati, si è guadagnata l’attenzione di tutto il gruppo brasiliano: “Mi hanno accolta benissimo, ho già tanti amici”.

Con lei è partita la mamma, mentre il fratello ventenne, che studia in Spagna, le ha raggiunte a Verona per fare il tifo. La prima volta che è salita su una pedana di scherma era il 2012, aveva 8 anni, e lo faceva nella sua scuola, poi la cosa le è piaciuta e ha deciso di iscriversi in una società vera, il Clube Atletico Paulista. Da questo Mondiale spera di ottenere solo “tanta esperienza” e di “imparare molto”. D’altra parte la convocazione è stata una sorpresa: “Mi hanno detto che sarei partita per Verona un mese fa, dopo i Campionati Panamericani e davvero non me l’aspettavo”. Come non si aspettava di conoscere Rossella Fiamingo e parlare con lei.

DOMANI LA TERZA GIORNATA DI GARE.

Martedì 3 aprile è in programma la terza giornata di gare, che prevede le prove a squadre della spada maschile e della spada femminile Giovani.

Torneranno dunque a competere gli atleti che hanno già gareggiato domenica 1 aprile nella gara individuale. Al maschile il quartetto italiano sarà composto dalla medaglia d’argento individuale Davide Di Veroli, Valerio Cuomo, Gianpaolo Buzzacchino e Giacomo Paolini. La squadra delle ragazze include invece Alessandra Bozza, Beatrice Cagnini, Eleonora De Marchi e Federica Isola.

Entrambe le squadre puntano alla medaglia del valore più pregiato. I ragazzi sono vicecampioni europei, mentre le ragazze ai campionati continentali di Sochi hanno conquistato la medaglia d’oro. Tra le avversarie da tenere in conto, in entrambe le gare, la Russia, l’Ungheria e la Francia. La gara femminile comincerà alle 8.30, quella maschile alle 10.15.

Sarà possibile seguire le gare anche da casa su SportItalia (canale 60 del digitale terrestre) e sul web su Repubblica Tv, Eleven Sport, i canali Youtube di FederScherma e della Fie (dove saranno trasmesse tutte le pedane senza commento, una con commento in inglese e le finali sempre con commento in inglese).
Aggiornamenti live su YouTube della Federazione Italiana Scherma con tre appuntamenti live giornalieri alle 9, alle 12 e alle 21.

Aggiornamenti costanti saranno pubblicati anche sulla pagina Facebook ufficiale dei Mondiali, Fencing Verona 2018, dove saranno trasmesse in streaming le fasi calde della gara e tanti altri contenuti speciali. Anche i profili social della Federazione Italiana Scherma saranno orientati su Verona. Sarà possibile trovare news in tempo reale sul profilo Twitter della Federscherma, mentre sulle pagine Instagram e Facebook di Federscherma sarà presente il fotoracconto della giornata attraverso gli scatti di Augusto Bizzi.