Scandola apre con Il Ciocco quarto posto che vale oro

Apertura del campionato italiano assoluto di rally il fine settimana appena trascorso a Castelnuovo Garfagnana in Toscana, con il 34° Rally del Ciocco. Per gli appassionati più esperti, la gara è stata trasmessa anche in diretta su RaiSport 2 nel corso della giornata si sabato, grazie all’interessamento degli organizzatori che hanno allestito una cortissima prova speciale appositamente per la televisione.

Tra i partecipanti, come inizio del programma 2010, anche l’alfiere di casa nostra, Umberto Scandola, a bordo della Ford Fiesta S.2000 della Car Racing. Dopo un 2010 coronato dalla vittoria nel campionato italiano indipendenti, Umberto punta quest’anno al risultato grosso, con un programma che comprende alcune gare del CIR (Campionato Italiano Rally) ed europee.

Sulle difficile strette strade toscane, Umberto ha chiuso ad un ben augurante quarto posto, dietro alla coppia degli eterni rivali Paolo Andreucci (Peugeot), vincitore, e Luca Rossetti (Abarth) secondo al traguardo. Il sogno del podio, dopo il bellissimo secondo posto all’Adriatico del 2010 (<link=’http://www.giornalepantheon.it/?page=vedi_articolo&id=897′ class=’_blank’>articolo Pantheon.it</link>) è sfumato nel corso della seconda e ultima tappa, quando Umberto ha dovuto cedere agli attacchi del valdostano Elwis Chentre a borodo della 207 preparata dalla Vieffecorse.

Per Scandola un’ottima apertura, sporcata solamente dal mancato podio del finale, ma che hanno dimostrato che anche sulle strade bitumate, sulle quali il pilota di Erbezzo non ha mai dato il meglio, ha migliorato lo stile di guida e la capacità di dare alla vettura un set-up più convincente.

<italic>Foto: Massimo Bettiol
<link=’http://www.massimobettiol.com’ class=’_blank’><underline>www.massimobettiol.com</underline></link></italic>

Matteo Bellamoli