Quintarelli terzo, sfuma il 5° titolo in Super GT

Non ce l’ha fatta il nostro campione Ronnie Quintarelli, che assieme al compagno di squadra Tsugio Matsuda, ha corso ieri e oggi (in Italia erano le 5 del mattino), le ultime due gare del Campionato Super GT giapponese in un inedito doppio round finale sul circuito di Motegi.

Ronnie, con la sua Nissan Nismo ufficiale, si è presentato alla vigilia di questo intenso fine settimana in prima posizione con dieci punti di vantaggio sui primi inseguitori. La gara di ieri, per la coppia Quintarelli-Matsuda è terminata in nona posizione a causa di una scelta di gomme non ideale nelle fasi iniziali. Partiti questa mattina secondi in classifica generale a -3 punti dalla vetta, i campioni in carica uscenti non sono riusciti ad andare oltre il settimo posto e sono scivolati, nella graduatoria generale finale, sul gradino più basso del podio.

Un po’ di delusione a Corrubio di Sant’Anna d’Alfaedo, paese natale di Ronnie Quintarelli, dove questa mattina prima dell’alba, un nutrito gruppo di amici e tifosi si era riunito davanti alla tv al ristorante Al Tesoro, sede del Fans Club, per stare vicino al campione di casa.

«Amarezza sì, ma assolutamente nessun rimpianto» fanno sapere i ragazzi del Fans Club «Ha inciso probabilmente una strategia legate di gomme non felice, ma Ronnie ha davvero dato il massimo che poteva. Non avrebbe potuto fare meglio di così. La macchina, questo weekend, sembrava “non averne” come le altre».

«Nessun problema» fanno sapere dal quartier generale di Corrubio «A Natale, quando Ronnie tornerà a trovarci, faremo lo stesso una grandissima festa per lui e, conoscendolo, sarà già concentrato per riprovarci il prossimo anno».

Il titolo 2016 è andato a Heikki Kovalainen e Kohei Hirate su Lexus Team Sard.