Piange il Verona, sorride il Chievo

verona

Esordio con il botto per la squadra di Maran, che conferma il suo gruppo storico e espugna Udine. Il Verona perde con il Napoli, ma se la sconfitta era prevedibile, il modo in cui è avvenuta ha deluso molti tifosi.

Un esordio deludente. Per carità, la sconfitta si poteva prevedere, ma la sensazione dei più – dopo l’1-3 con cui il Napoli ha sbancato il Bentegodi – è che il Verona abbia desistito in partenza e sia sceso in campo come vittima sacrificale senza nulla tentare.

Discutibile la scelta di Pecchia di escludere, nell’attuale rabberciato Verona che un mercato finora al risparmio lascia incompleto, Pazzini e di schierare fuori ruolo Bessa, il centrocampista più forte e completo della squadra.

Il Napoli di Sarri ha giocato con indolente disinvoltura: organizzato e dominante, ma sornione, compassato nei ritmi, consapevole che prima o dopo avrebbe trovato il gol. Il Verona dal canto suo si è arroccato fin da subito in difesa ed è risultato sterile in controffensiva con inutili lunghi lanci per l’agile e minuto Bessa, che non è centravanti e nemmeno granatiere.

Il gol della bandiera è stato siglato su rigore dallo stesso Pazzini, che tornando verso il centrocampo ha inscenato una plateale protesta contro Pecchia, reo di averlo lasciato in panchina per 70 minuti. Un atto ribellione talmente clamoroso che non vorremmo fosse il termometro di un generale e più latente nervosismo. Nervosismo che, nel qual caso, può essere placato solo da un risultato positivo domenica a Crotone contro una diretta concorrente.

Bene invece il Chievo, che ieri sera ha espugnato il Dacia Arena di Udine (2-1 il finale). Un Chievo rodato che ha mantenuto l’ossatura dell’anno scorso con pochi innesti giovani e di qualità. Maran ha schierato dieci undicesimi della vecchia guardia (Pucciarelli unico nuovo) ed è stato premiato dai gol di Inglese, talentuoso attaccante in cerca della definitiva consacrazione, e Birsa, trequartista dai piedi nobili devoto alla fantasia.

GUARDA IL VIDEO DI TV7 VERONA NETWORK

 

 

 

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.