Oltre 90 atleti sfidano la Torre dei Lamberti

La città scaligera è stata animata nella mattinata di ieri da un evento sportivo unico nel suo genere: la cronoscalata della Torre dei Lamberti.

La Vertical running,come è meglio conosciuta al di fuori dell’Italia, consiste nello scalare nel minor tempo possibile i gradini di una torre o di un edificio. L’Empire State Building, la Torre di Taipei a Taiwan ma anche il Park Inn Hotel di Berlino e il Pirellone di Milano, sono tra le mete più ambite degli appassionati di queste gare di corsa sulle rampe di scale, che hanno raggiunto una certa notorietà negli ultimi anni.

Ieri, per la prima volta, è stato scalato un edificio storico. Al via di questa gara a perdifiato erano presenti il sindaco di Verona Flavio Tosi, l’assessore allo Sport Federico Sboarina e il presidente di AGEC Verona Comm. Giuseppe Venturini.

Le partenze dei 94 partecipanti, scandite dalla speaker Fabio Rossi, sono iniziate subito dopo che la campana della Marangona aveva suonato le 9:00 e sono terminate alle 10:33. Gli atleti sono partiti uno alla volta distanziati di un minuto e, dopo aver percorso un tratto di 150 metri all’interno del chiosco del Cortile Mercato Vecchio, hanno affrontato i 289 gradini della torre. Arrivati alla campana del Rengo,posizionata più in basso rispetto alla Marangona, hanno poi proseguito con la discesa che, per motivi organizzativi, è avvenuta in ascensore.

Hanno preso parte alla gara donne e uomini, di età compresa tra i 70 e i 17 anni, e provenienti anche da molte provincie fuori Verona: Domodossola, Sondrio, Cattolica, Lecco, Como, Milano, Biella, Cremona, Vicenza, Padova, Mantova.

Molti i nomi di spicco, anche di livello internazionale. Prima fra tutte, Cristina Bonacina, seconda lo scorso anno a New York nella scalata dell’Empire State Building (86 piani per 1.576 gradini). La 37enne sky runner di Pontida, che ha vinto nel 2011 uno speciale challange internazionale composto di otto gare, tornerà nuovamente la prossima settimana negli States per migliorare il piazzamento del 2011. Nella Lamberti ha vinto con l’ottimo tempo di 1’49”3.

Tra gli uomini, il miglior tempo assoluto di 1’27”8 è stato di Davide De Maria, anche lui lo scorso anno presente a New York con l’ottimo piazzamento al 29° posto. Il comasco ha fatto meglio di Zeno Benetti (1’29”4) e di Alberto Conti (1’30”7). Quarto tempo assoluto per Alex Romagnolo (1’32”5), un altro specialista nazionale del Vertical sprint, mentre il quinto tempo assoluto è stato del veronese Daniele Dolci (1’36”0).

Visto l’elevata partecipazione, questa originalissima gara è già stata contattata dagli organizzatori di un importante circuito italiano di queste competizioni, che vedrà nel 2013 la finale con il Pirellone di Milano.

In allegato, la classifica finale.

Per le foto, clicca <underline><link=’http://xoomer.virgilio.it/stscevar/Lamberti-com-stampa.html’ class=’_blank’>qui</link></underline>.

La redazione