Mercato; delusione Verona. Chievo affare Inglese

direttore

L’Hellas conclude con gli arrivi di due giovanissimi talenti ma senza esperienza come Kean e Lee. La squadra appare fragile e senza grandi alternative. Il Chievo prende Tomovic e vende al Napoli per 12 milioni Inglese, ma l’attaccante resterà per un’altra stagione.

Delusione e inquietudine. Due sentimenti profondi, complessi e molto più ingombranti di un’estemporanea rabbia. Delusione e inquietudine di gran parte dei tifosi del Verona dopo la chiusura, ieri sera, del calciomercato.

Il ds Fusco ha piazzato due colpi, il coreano Lee Seung – Woo, 19 anni – dalla cantera del Barcellona e il 17enne Moise Kean dalla Juventus in prestito.

Due punte esterne di sicuro talento, ma acerbe, senza esperienza. Non è arrivato poi un centravanti che possa dare fiato a Pazzini.

Già, il capitano, rimasto nonostante la volontà del club di cederlo. Rimane aperto il suo caso.

Stante così le cose il Verona, nella migliore delle ipotesi, è destinato a lottare per non retrocedere con affanno, assieme ad altre 4, forse 5 squadre. Lo ha confermato oggi Fusco, che però ha difeso le contestate scelte della società: “Lo abbiamo sempre detto che sarebbe stato un campionato di sofferenza. Poco budget? E’ da l’anno scorso che abbiamo cominciato un piano di risanamento economico, ma le squadre non si fanno con i soldi o i nomi, e ci si salva con lo spirito battagliero e la compattezza ambientale. Pazzini? In A sposta meno gli equilibri che in B”.

Discreto nel complesso il mercato del Chievo che ha ingaggiato il difensore Tomovic e ha fatto un affare cedendo Inglese per 10 milioni più due di bonus al Napoli, ma ottenendone le prestazioni ancora per una stagione. A ciò si aggiungono i due colpi precedenti, Gaudino e Pucciarelli, che in questo avvio di campionato ha già segnato.

GUARDA IL VIDEO DI TV7 VERONA NETWORK:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.