Le Olimpiadi in classe, la sfida della Regione

Le “Giornate dello Sport” sono il progetto-novità per l’anno scolastico 2016/2017, pensato dalla Regione Veneto per portare i valori dello sport, «vera palestra di vita», anche in classe. Ma non solo: l’assessore all’Istruzione, Elenza Donazzan, promette ospiti speciali  e si impegna a invitare nelle scuole «gli atleti veneti di Rio a testimoniare agli studenti le emozioni, la sfida e i valori dello sport».

«Con 11.200 società sportive e i quasi 2 milioni di iscritti che praticano sport il Veneto è in testa alle classifiche nazionali di ‘sportività’ , come attestato anche dal recente report del maggior quotidiano economico nazionale. E’ giusto e doveroso che i 700 mila studenti dei 1.900 istituti scolastici della regione si confrontino, nel loro percorso formativo, con questa dimensione della vita e della società. Perché lo sport non è solo Olimpiadi e medaglie, ma è una dimensione costitutiva del benessere fisico e mentale delle persone ed è palestra di formazione per  senso di responsabilità, spirito di sacrificio, rispetto reciproco e dialogo». Così il Presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, all’indomani della cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Rio ricorda l’importanza dello sport, anche per i più giovani.

Una consapevolezza che ha portato alla decisione, da parte di tutte le scuole del Veneto, di ogni ordine e grado, di introdurre le “Giornate dello Sport”: dal 2 al 4 marzo tutti gli istituti scolastici coinvolgeranno studenti e studentesse in attività sportive, occasione di crescita e formazione, ma anche di divertimento.

E, sulla spinta delle Olimpiadi appena concluse, con ospiti speciali. «Porterò le Olimpiadi nelle scuole, invitando gli atleti veneti di Rio a testimoniare agli studenti le emozioni, la sfida e i valori dello sport». E’ la promessa di Elena Donazzan, assessore all’istruzione e alla formazione della Regione Veneto.

«La Regione, insieme al Coni e all’Ufficio scolastico regionale – ribadisce l’assessore all’Istruzione e formazione Elena Donazzan –  intende portare lo spirito delle Olimpiadi nelle scuole. Le ‘giornate’, o meglio la ‘settimana dello sport’,  saranno una opportunità formativa e didattica qualificata, coerente con l’offerta formativa dei diversi ordini e gradi  del sistema scolastico. Le attività si svolgeranno in orario scolastico, con lezioni teoriche – nelle quali i docenti delle diverse materie saranno chiamati ad approfondimenti interdisciplinari connessi alla loro materia e alle discipline sportive – e con lezioni di pratica sportiva.  Il Veneto è una regione in testa alle classifiche nazionali per associazionismo e promozione sportiva, dove lo sport è tradizionalmente vissuto come occasione formativa ed esperienza associativa che completa e arricchisce il percorso educativo e sociale, non solo dei bambini e ragazzi in età scolastica, ma in tutte le età della vita».

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.