IL CORBIOLO SCOMMETTE SUL PROPRIO SETTORE GIOVANILE

Imprenditore della classe 1960, Sandro Zanini riparte dal mister “fatto in casa” Antonio Vanti e da un gruppo che perde – per questione di ciclicità – 7-8 elementi dello scorso anno. Che – come ci avverte lo stesso Zanini – passano al calcio amatoriale.

“Quest’anno” si augura “vogliamo salvarci con grande serenità, senza i soliti patemi d’animo. Poi, se dovessimo approdare ai play off, tanto di meglio!”Tra i nuovi volti corbiolesi, scopriremo quattro elementi che il massimo dirigente, assieme al fido segretario Silvano Grobberio, sta perfezionando: sono due difensori, un centrocampista e un attaccante.

La “rosa” degli “scoiattolini” 2010-11 non sarà più di 23-24 effettivi – questo è sicuro – bensì di 20-21: “Anche perché” spiega l’imprenditore nel ramo di quelle porte che un bel dì chiuderanno anche gli arcovoli dell’Arena – “dietro abbiamo dei validi Juniores, allenati questa volta da mio figlio Matteo (classe 1983). Due o tre di questi Juniores – delle classi 1990.91 – verranno accorpati al gruppo della Seconda categoria, che inizierà la preparazione dopo Ferragosto”.

Il settore giovanile del Corbiolo per la prossima edizione riconferma una sua rappresentante in tutti i vari tornei giovanili: e così i già citati Juniores Provinciali, quindi, a seguire gli Allievi di Stefano Speri, i Giovanissimi di Giuseppe Campedelli, gli Esordienti di Francesco Leso (in cui milita anche l’altro rampollo di Zanini, il difensore Nicolò), i Pulcini 2000 guidati da Luca Menini, i 2001-2 da Giovanni Leso, la Scuola Calcio (con una trentina di matricole nati tra il 2003 e il 2004) diretta da Stefano Speri e da Giuseppe Bombieri. Insomma, una covata che fa ben promettere e su cui, giustamente, la dirigenza corbiolese conta. Anche perché la rivalorizzazione del proprio vivaio è la più bella risposta a tanta semina e alla crisi, ahinoi, ancora troppo vicina.

www.pianeta-calcio.it