Giro d’Italia, finale ancora più dolce a Verona

Lo chef pluristellato Giancarlo Perbellini omaggia lo storico evento sportivo con una speciale torta alla vaniglia, fava di Tonka, cuore di lampone e rosa, dedicata a Richard Carapaz, campione dell’edizione 102.

Si è conclusa ieri a Verona la 102esima edizione del Giro d’Italia. A trionfare l’ecuadoriano Richard Carapaz, che, ancora incredulo, ha dedicato la vittoria alla sua famiglia.

Festeggiamenti ancora più dolci per lui, con una torta a tema realizzata da Giancarlo Perbellini. Lo chef pluristellalto è stato, inoltre, recentemente insignito dal maestro Iginio Massari del prestigioso premio World Pastry Star, per la massima rappresentazione del connubio tra la grande pasticceria e la cucina. La torta è realizzata con vaniglia, fava di Tonka, cuore di lampone e rosa, in omaggio all’evento sportivo nazionale.

Nello scatto allegato, la maglia rosa Richard Carapaz taglia la torta speciale del Giro insieme allo chef Giancarlo Perbellini. Con loro anche il Presidente ed Amministratore Delegato di RCS MediaGroup, Urbano Cairo, e il Direttore del Giro d’Italia Mauro Vegni.