Damiano Tommasi alla Figc, “Vedo molte catene legate alle poltrone”

Damiano Tommasi presidente dell'Aic oggi 12 dicembre 2011 a Milano, in occasione della presentazione del premio "I piedi buoni del calcio". MATTEO BAZZI / ANSA

All’assemblea elettiva della Figc il veronese presidente dell’assocalciatori, schierato dalla parte di Andrea Abodi, si è fatto sentire. Intanto, si apre l’era di un Tavecchio bis.

“Ho avuto grandi insegnamenti, uno arriva dalle catene: si può arrivare ad incatenarsi per questa federazione. E ora invece vedo molte catene legate alle poltrone”. E’ duro l’intervento di Damiano Tommasi all’assemblea elettiva della Figc: il presidente dell’assocalciatori, nel confermare il sostegno dell’Aic a Abodi, ha lanciato ancora una frecciata a Renzo Ulivieri (che si incatenò in passato contro Tavecchio e ora schierato col presidente Figc in carica) e alla rottura dello storico sodalizio tra calciatori e allenatori.

“Qui ci sono 52 ragazzi, 4 ragazze, venuti a fare il loro dovere: ho chiesto loro di vincere restando uniti nella scelta -ha detto Tommasi. Non so chi sarà eletto presidente, il nostro appoggio a Abodi è a un percorso di partecipazione, cosa che non c’è stata negli ultimi anni, vuol dire condivisione, non significa che decidono gli atleti, ma nemmeno il contrario. Oggi è giusto che uscendo di qua ognuno si guardi nello specchio e lo possa fare anche dopo, con una scelta libera”.