CORBIOLO VS MONTORIO: VERO E PROPRIO SPAREGGIO PER LA SECONDA

E’ un vero e proprio scontro diretto per salire in seconda categoria quello che vedrà contrapposte domenica prossima nell’ultima giornata di campionato la capolista del girone “B” di terza, il Corbiolo, e la diretta inseguitrice, il Montorio.

<link=’http://www.pianeta-calcio.it/?page=3categoriab’ class=’_blank’><underline>CLASSIFICA ATTUALE</underline></link>

La sconfitta del Corbiolo nella penultima giornata di campionato contro il Deportivo La Rizza ha infatti riaperto i giochi; sono solamente due i punti che distaccano “gli scoiattolini amaranto delle Lessinia” dagli avversari neroverdi “del castello”, costretti, se vogliono gustare il passaggio diretto di categoria, a cercare la vittoria a tutti i costi.

Abbiamo raggiunto telefonicamente Andrea Canteri, punta corbiolese, che a pochi giorni dal big match ci ha raccontato il momento personale e della squadra: «Sarà una bella partita, noi siamo tutti belli carichi» commenta il biondo attaccante, classe 1971, di Bosco Chiesanuova «la squadra forse domenica scorsa ha sofferto un pò il caldo e ha avuto un leggero calo, ma sono cose che ci stanno a questo punto del campionato. Dopo il girone di andata dove abbiamo lasciato punti per strada, abbiamo fatto un ritorno incredibile, inanellando una lunga serie di vittorie (12 consecutive! ndr) che ci ha portato al vertice della classifica e ci ha fatti sentire sempre più consapevoli delle nostre potenzialità».

Ma cosa pensa Andrea Canteri degli avversari del Montorio? «E’ una bella squadra, all’andata purtroppo ero fuori per infortunio e abbiamo pareggiato nonostante meritassimo qualcosa in più.» prosegue Canteri, aggiungendo «Ho grande rispetto per loro, ma anche noi siamo in un buon momento di forma: se ci avessero detto qualche giornata fa che ci saremmo trovati primi in classifica all’ultima di campionato probabilmente non ci avremmo creduto. Ora siamo tutti decisi e concentrati per chiudere in bellezza davanti al nostro pubblico.»

Andrea, cresciuto nel vivaio della Virtus e protagonista negli ultimi anni tra Promozione e Prima categoria con i Falchi del Sant’Anna d’Alfaedo, a 37 anni si è rimesso in gioco ripartendo dalla Terza…
«A Sant’Anna è cambiato un pò tutto, a partire dalla dirigenza.» conclude Andrea «A quel punto io e mio fratello Federico – siamo entrambi nativi di Bosco Chiesanuova – abbiamo deciso di passare al Corbiolo, visto che erano anni che ci cercava. Il Corbiolo, in fondo, è la squadra del mio paese, conosco quasi tutti, a partire dall’allenatore, Antonio Vanti, che era il mio vicino di casa, quindi mi ha fatto molto piacere giocare con i colori amaranto del presidente Sandro Zanini. Domenica scenderemo in campo per vincere e daremo il tutto per tutto sul campo. Sarà una bella sfida. Anche per me. In fondo la gioia di vincere un campionato non ha età»

Francesco Fontana
<mail=’mailto:francesco.fontana@giornalepantheon.it
‘>francesco.fontana@giornalepantheon.it</mail>