Calzedonia Verona fa la storia: sua la Challenge Cup 2015/2016

Festa grande per la suadra di pallavolo veronese: la Calzedonia Verona stravince a Urengoy, nella parte fredda della Russia, e torna a casa con la Challenge Cup.

La Calzedonia Verona conquista la Challenge Cup 2015/2016. Alla sua prima partecipazione europea, la formazione scaligera mette in bacheca il primo trofeo continentale della propria storia. Il trionfo è arrivato al termine della gara esterna sul campo dei russi del Fakel Novy Urengoy, match che è terminato come all’andata, ovvero con il successo al tie break.

La Calzedonia Verona scende in campo con la formazione tipo: Baranowicz al palleggio, Starovic opposto, Sander e Kovacevic schiacciatori, Anzani e Zingel al centro e Pesaresi libero.

Formazione tipo anche per il Fakel Urengoy che propone la stessa formazione schierata a Verona.

Festa grande in Siberia, a sessanta chilometri dal circolo polare artico, e grande seguito nel capoluogo veneto: nel raduno davanti al maxischermo del PalaOlimpia c’erano oltre mille tifosi, sindaco e dirigenza al completo compresi. In nove edizioni (competizione nata nel 2007/2008) Verona è la quinta squadra italiana a vincere la Challenge. Un trofeo che arriva nel corso di una stagione non facile, costellata da sfortuna e infortuni che a un certo punto ha minato il terreno intorno al tecnico Andrea Giani. L’ex giocatore eclettico e universale della pallavolo italiano ha saputo incassare i colpi e quando ha recuperato, strada facendo, i pezzi preziosi del suo puzzle saputo scacciare critiche e dubbi