Basket, Tezenis fuori dalla Coppa Italia. Aspettando “The Machine” dall’America

Vittoria della Virtus Roma contro la Tezenis Verona nella prima partita inaugurale della Coppa Italia LNP 2019. Partita già decisa praticamente all’intervallo grazie a un ottimo gioco della squadra di coach Bucchi. Da dimenticare la performance scaligera, incapace di contenere l’onda virtussina.

Primo quarto appannaggio della Virtus Roma che parte subito forte, portandosi sul 18-11 grazie ai canestri di Landi  (4 punti) e Sims (6 p.) e Saccaggi (5 p.) mentre per la Tezenis arrivano ben tre tiri da 3 vincenti da parte di Dieng e Ferguson. Roma alza ulteriormente il ritmo e arriva al massimo vantaggio sui gialloblu (23-13): vantaggio che si mantiene inalterato al termine della prima frazione, grazie al 3/3 ai liberi di Moore e alla seconda bomba personale di Ferguson (26-16).

Nel secondo periodo la Virtus trova il nuovo max vantaggio (28-16) con la realizzazione di Sims ma nelle azioni successive Verona tenta di riportarsi sotto con il suo giocatore di maggior qualità, Amato, che realizza 7 punti consecutivi (30-23). L’illusione dura poco, la squadra del coach Bucchi sigla un parziale di 14-2 (44-25) ipnotizzando la già distratta difesa scaligera. Gli autori di questo importante strappo sono ancora una volta Sims (già 18 punti) che domina incontrastato nel pitturato (2 schiacciate poderose) trovando anche punti dal campo, Prandin e Alibegovic. Solo 2 i canestri per gli uomini di Dalmonte, di Poletti e Quarisa, negli ultimi 5 minuti prima dell’intervallo lungo che si chiude col punteggio di 46-27.

Al rientro la Scaligera  esce definitivamente dalla partita subendo un altro parziale di 14-3 (59-32) ad opera di Saccaggi, Moore e Prandin. Nel finale di quarto c’è spazio anche per le triple di Moore e Landi (67-40). Nell’ultimo quarto Severini, Ferguson e Ikangi provano a dare un po’ di ossigeno puro realizzando un parziale di 12-2 con 4 bombe consecutive (69-52). La Virtus torna a segnare ancora una volta con Sims, Alibegovic e Landi che fissano il risultato finale sul 77-60 ottenendo il passaggio del turno in attesa di sapere il prossimo avversario (la vincente tra Bologna e Biella) in semifinale.

Grandi attese per i tifosi del team scaligero, amplificato dalla notizia – ancora non ufficiale – dell’arrivo di Sasha Vujacic in sostituzione di Terry Henderson , fuori gioco per infortunio.  “The Machine” – così è conosciuto il cestista sloveno classe ’84 – è stato due volte campione Nba con i Los Angeles Lakers di Kobe Bryant nel 2009 e nel 2010. Stando alla news rilanciato da Tg Gialloblu l’arrivo di Vujacic sarebbe previsto per la prossima settimana e Dalmonte potrebbe schierarlo già dalla sfida di campionato contro Ferrara.