AU REVOIR (ARRIVEDERCI) VALPANTENA, ORA LARGO AI GIOVANI

Il presidente dell’U.S. Valpantena, Dario Brunelli, lo aveva preannunciato quasi due mesi fa in un’intervista realizzata nella redazione di Pantheon: «Quest’anno, con grosso rammarico e altrettanto dispiacere, non iscriveremo la squadra al campionato di Terza Categoria».

E l’ufficialità della notizia è arrivata ieri con il comunicato della Figc che cita testualmente: «<italic>La Società U.S. Valpantena – di Grezzana (VR) ha indirizzato nota al Presidente della F.I.G.C., comunicando la rinuncia alla partecipazione al Campionato di 3^ Categoria 2010/2011, al quale avrebbe titolo, formalizzando altresì un’istanza per essere autorizzata a disputare i Campionati dell’Attività Giovanile, con la conservazione dell’anzianità di affiliazione e del numero di matricola. Il Presidente federale, visto il parere favorevole espresso dal C.R. Veneto e dalla L.N.D., ha accolto la richiesta, ritenendo che i motivi avanzati giustificano la rinuncia alla partecipazione al Campionato di competenza e sono sufficienti a concedere l’autorizzazione a partecipare all’attività giovanile organizzata in ambito regionale, conservando l’anzianità di affiliazione (8.8.2001) ed il numero di Matricola (24890), disponendo – però – lo svincolo dei calciatori già per essa tesserati previsto dall’Art. 110 n. 1 delle NOIF, con decorrenza dal 30 luglio 2010.</italic>»

I motivi avanzati e accolti dal Presidente federale sono riconducibili a una serie di riflessioni che lo stesso Dario Brunelli introduce così: «Rinunciare all’iscrizione al campionato è stata una scelta molto difficile da affrontare e i motivi che ci hanno spinto a prendere l’amara decisione sono sostanzialmente due: innanzitutto vorremmo che i giocatori del Valpantena fossero ragazzi della vallata e se questo presupposto viene a mancare, con la necessità di integrare la rosa con atleti “da fuori”, viene a decadere lo spirito con il quale era nata la società. In seconda battuta, c’è da dire che molti dei nostri giocatori di maggiore esperienza hanno preferito mettersi in gioco nei campionati di calcio a 5 e calcio a 7 di cui il Valpantena ha rispettivamente due e una formazioni e altri, soprattutto per impegni di lavoro, nelle formazioni di amatori».

Un vero peccato, perché il Valpantena, che in questi anni ha rappresentato una bella realtà sportiva con ottimi campionati di Terza alla guida di mister Rino Sestan e una storica promozione in Seconda con il tecnico Ernesto Turri, sparisce dalla scena malinconicamente lasciando un ottimo ricordo a tutti i ragazzi che hanno indossato la maglia gialloverde e che hanno fatto parlare della piccola società con sede ad Alcenago, su giornali e testate sportive.

Ma la speranza di rivedere una formazione del Valpantena nei campionati di categoria non è del tutto cancellata: «Ripartiamo dal settore giovanile» conclude il presidente Brunelli «Abbiamo attivato delle collaborazioni con le altre società limitrofe finalizzate a uno sforzo comune per garantire qualità e servizi in un momento particolarmente difficile dal punto di vista economico. Abbiamo una formazione con bambini del 1999 in collaborazione con il Grezzana, una formazione nostra con i 2000 e tre squadre (2001, 2002 e 2003) insieme al Lugo. Speriamo che l’aiuto reciproco tra le realtà dilettantistiche della Valpantena portino a un rilancio del calcio della vallata. Per quanto riguarda una futura iscrizione al campionato di Terza, «se ne parlerà dopo il 2012 con l’ingresso di giovani che cercheremo di far crescere nelle prossime stagioni.»

Nella foto: La formazione del Valpantena Campione d’Inverno e vincitrice del Campionato di Terza Categoria 2007-2008

Matteo Scolari
<mail=’mailto:matteo.scolari@giornalepantheon.it’>matteo.scolari@giornalepantheon.it</mail>