L’astro nascente del ciclismo su pista

Il suo nome di battesimo è Edoardo Zamperini, ha 14 anni ed è Campione italiano (categoria Esordienti) di corsa a punti. Il giovane ciclista, originario di Azzago, è stato premiato sabato 11 novembre dal Comitato provinciale per il titolo nazionale e quello provinciale ottenuti quest’estate.

di Matteo Scolari

LO SGUARDO è quello di un futuro campione. Occhi lucidi, che brillano quando parla del suo sport preferito, il ciclismo. Di poche parole Edoardo Zamperini, abituato com’è a correre a testa bassa, in silenzio e con la massima concentrazione verso l’obiettivo, verso il traguardo. A 14 anni è già Campione italiano di corsa a punti, una specialità del ciclismo su pista che richiede abilità, determinazione e particolare resistenza alla fatica. Un titolo nazionale ottenuto a Dalmine, in provincia di Bergamo, il 3 agosto scorso, dopo essere stato chiamato dal selezionatore tecnico regionale a rappresentare il Veneto in una competizione che vedeva schierati alla partenza ciclisti da ogni regione d’Italia.

Un successo che alla vigilia sembrava proibitivo e che invece è arrivato con una prestazione impeccabile. «Non ero convinto di farcela – ammette Edoardo – invece sono riuscito ad avere uno spunto in gara che mi ha permesso di arrivare primo». Una vittoria inattesa e forse anche per questo ancora più emozionante per il giovane ciclista che è salito sulle due ruote, su una bici da corsa, a cinque anni: «È stato mio papà a regalarmi la prima bicicletta. Ed era pure fatta su misura visto che non ne esistevano di così piccole. Da allora ho sempre praticato questo sport fino ad entrare nella squadra attuale, la Officine Alberti Uc Val d’Illasi».

IL 25 AGOSTO, 22 giorni dopo aver indossato la maglia tricolore, Edoardo è sceso di nuovo in pista per la gara che metteva in palio il titolo provinciale: «È stato quasi più difficile affrontare questa prova che quella di Dalmine. Con il titolo di Campione italiano sulle spalle, correvano tutti su di me, ma sono riuscito a spuntarla anche in questa occasione». Proprio per celebrare i due successi, Edoardo Zamperini è stato invitato assieme ad altri campioncini del ciclismo scaligero a Sandrà, l’11 novembre scorso, dove il Comitato provinciale ha assegnato dei riconoscimenti speciali agli atleti veronesi che si sono distinti durante l’anno per meriti sportivi. Ora Edoardo guarda al futuro, con i piedi per terra e con la giusta umiltà. «So che le aspettative nei miei confronti ora sono diverse, specie per chi mi segue e mi sostiene ad ogni appuntamento e in ogni gara. Quello che cercherò di fare è impegnarmi come ho sempre fatto, dando il massimo negli allenamenti e provando a dare tutto quello che ho in pista e su strada. Poi si vedrà».

Guarda il servizio di TV7 Verona Network