Adriatica Ionica Race: è di nuovo Viviani

Il campione veronese centra la terza vittoria personale, la quarta se contiamo quella di squadra alla prima tappa, alla neonata manifestazione ciclistica internazionale organizzata dall’ex campione del mondo Moreno Argentin. Oggi Viviani si è imposto nell’ultima prova, da Grado a Trieste, per un totale di 124,6 chilometri.

La Adriatica Ionica Race 2018 termina con un nuovo successo di Elia Viviani. Dopo il trionfo di ieri, ancora il campione olimpico sul gradino più alto del podio all’arrivo di Trieste.

Nella neonata competizione ciclistica internazionale, la Quick-Step conquista quattro tappe su cinque, di cui tre con il suo gioiello veronese. Ancora volata perfetta della formazione belga che domina la scena per tutta la giornata, tenendo la corsa e improntando una volata che vede nuovamente Viviani festeggiare. Battuto Mark Cavendish (Dimension Data), che all’ultimo giorno lancia comunque un buon segnale di ripresa, mentre a completare il podio è Riccardo Minali (Italia), con Alvaro Hodeg (Quick-Step Floors), subito dietro a festeggiare il successo del capitano, confermando lo strapotere della formazione di Patrick Lefevere.

In una tappa molto veloce, con il circuito finale affrontato a ritmo sfrenato, non cambia la classifica generale, che vede il successo finale di Ivan Sosa (Androni-Sidermec), vincitore della tappa regina e da allora in pieno controllo. Sul podio finale assieme a lui salgono Giulio Ciccone (Bardiani-CSF) e Ildar Arslanov (Gazprom-Rusvelo)