Spirale di incidenti in città: sette in poche ore

Sono sette gli incidenti avvenuti tra la mattina e il primo pomeriggio a Verona. Una serie di vicende causate, per lo più, dalla violazione del codice della strada.

Pericolo sulle strade veronesi, questa mattina, dove in poche ore si sono consumati sette incidenti stradali in diversi quartieri della città.

Lo scontro più grave è avvenuto in via Montorio, all’incrocio con via Cotta, dove una fiat Punto guidata da una donna anziana ha travolto un motorino con a bordo due giovani. Ad avere la peggio la passeggera dello scooter, che ha poi preso fuoco, una giovane di 17 anni portata a Borgo Trento in codice rosso.

Intorno alle 10 un altro incidente è avvenuto in via dei Peschi dove una Ford C-max, condotta da un veronese, si è scontrata con una Fiat Punto guidata da una cittadina rumena 55enne, anch’essa portata all’ospedale di Borgo Trento.

Poco prima delle 11, invece, in Corso Venezia, una Citroen si è scontrata con una Ford alla quale non aveva dato la precedenza. Una volta giunti sul posto i sanitari del 118, però, gli automobilisti hanno rifiutato le cure. Pochi minuti più tardi, in via Scuderlando, è stata una bicicletta con a bordo un bimbo di 3 anni a scontrarsi con un’auto. Il bambino, che era insieme al nonno, è stato trasportato al Polo Confortini per gli accertamenti.

In via Nino Bixio, invece, un furgone ha perso il controllo ed è uscito di strada abbattendo un albero e un palo. Dopo mezzogiorno, tra via Fincato e via Benaglio, una Toyota e una Nissan, sempre per una mancata precedenza, si sono scontrate. Fortunatamente le conducenti hanno riportato solo lievi contusioni.

A chiudere la tragica spirale di incidenti in città, alle 14, un violento scontro tra un tir e un’auto sulla strada regionale 62.