Spinte e minacce ai carabinieri: arrestato 53enne

Violenza, minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale. Con queste accuse un uomo italiano classe ’65 residente a Peschiera è stato arrestato ieri sera dai carabinieri.

I militari, in servizio perlustrativo, avevano infatti notato un furgone parcheggiato di fronte al bar “BIVIO” in via Mantova a Peschiera, che la sera prima era stato fermato dai carabinieri in quanto il conducente  aveva provocato un incidente stradale mentre si trovava in evidente stato di ubriachezza.

I successivi accertamenti hanno consentito di appurare che il veicolo Renault Trafic era di proprietà della convivente dell’uomo e così i militari hanno chiesto alla donna di uscire per procedere al sequestro del mezzo. All’interno del locale, però, era presente anche il compagno che, ubriaco, appreso del sequestro del mezzo, ha iniziato ad urlare; a quel punto ha preso le chiavi del furgone e ha cercato di salire sul mezzo, ma è stato prontamente fermato da uno dei due carabinieri. Così l’uomo ha iniziato a spintonare violentemente il militare ma, grazie anche all’intervento del collega, è stato bloccato e ammanettato.

Terminate le formalità di rito l’arrestato è stato portato presso il proprio domicilio e questa mattina, a seguito di giudizio direttissimo presso il Tribunale di Verona, l’arresto è stato convalidato e l’uomo è stato sottoposto agli arresti domiciliari.