Spiava e minacciava i vicini: pensionata accusata di stalking

È stata accusata di aver filmato i vicini dall’agosto del 2014 a maggio 2015 una pensionata di Pescantina che, stando alla coppia, gli avrebbe reso la vita impossibile. È quanto emerso dall’ennesima udienza di ieri, in tribunale, una questione che sta andando avanti da anni a causa di contrasti per alcune opere edili tra le villette confinanti. A settembre il verdetto.

Va avanti da anni la guerra che ieri ha portato in tribunale una pensionata di Pescantina, accusata da una coppia di vicini di spiarli e minacciarli.

Sembra, infatti, che l’imputata abbia filmato i due coniugi dirimpettai, freschi di matrimonio, dall’agosto 2014 al maggio 2015. Un comportamento negato dalla donna la quale ha affermato che la telecamera, addirittura, era finta. Ad aver provocato gli screzi tra vicini sarebbe stata la necessità di realizzare opere edili tra le villette confinanti; lavori poi cancellati.

La prossima udienza, l’ultima, servirà per ascoltare altri testimoni, mentre il verdetto per la pensionata, accusata anche di aver seguito, minacciato e insultato tramite sms i due giovani, arriverà a settembre.