Spaccia cocaina e tenta di investire carabinieri. Arrestato

Arrestato per spaccio di sostanze stupefacenti e resistenza e violenza a pubblico ufficiale. È finito in carcere un 34enne marocchino che domenica scorsa a Lazise ha dato il via a un inseguimento con i carabinieri per le vie del piccolo borgo. L’uomo, che ha anche tentato di investire i militari durante la fuga in auto, è stato portato in carcere in attesa del processo.

Controlli serrati dei carabinieri nel corso del weekend per contrastare i reati inerenti lo spaccio di stupefacenti soprattutto nell’area del lago di Garda. A finire nei guai, domenica scorsa, un uomo di origini marocchine di 34 anni trovato a Lazise in possesso di 52 grammi di cocaina già divisa in 52 dosi da un grammo ciascuna e pronta per lo smercio.

L’uomo, pedinato per le vie del borgo tra i turisti, accortosi dei militari è salito a bordo della propria auto per fuggire tentando anche di investire i carabinieri. Solo la prontezza di questi ultimi ha evitato gravi conseguenze, limitando i danni a qualche lieve contusione per l’impatto con il veicolo. A fermare la corsa del malvivente un militare che, dopo essere riuscito a infilarsi nel finestrino dell’auto in corsa, ha bloccato il fuggitivo.

L’uomo è stato quindi arrestato per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. Attualmente il 34enne si trova nella Casa Circondariale di Montorio, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, che ne ha convalidato l’arresto e confermato la detenzione in carcere in attesa del processo.