Sospesi sette dipendenti dell’Ulss 9 non vaccinati

L'Ulss 9 Scaligera fa sapere di aver sospeso sette dipendenti inadempienti all'obbligo vaccinale. In corso di analisi altre posizioni.

medico medici generica

Sospesi dalle mansioni sette dipendenti dell’Ulss 9 Scaligera risultati inequivocabilmente inadempienti all’obbligo vaccinale contro il Covid-19. Di questi uno è un dirigente medico e sei sono operatori del comparto.

In questi stessi giorni l’Ulss 9 sta vagliando altre posizioni per prendere ulteriori provvedimenti.

Nelle scorse settimane anche gli Ordini delle Professioni Sanitarie del Veneto avevano espresso «pieno appoggio in merito all’obbligo vaccinale per tutti i sanitari, sancito dal DL 44/2021, convertito nella L. 76/2021 recentemente richiamato dal Presidente del Consiglio Mario Draghi».

Gli stessi ordini, in un comunicato diffuso a fine luglio ricordavano «come la normativa in essere avrebbe dovuto portare ai primi provvedimenti sospensivi già dalla metà del mese di maggio e che il tempo intercorso doveva essere dedicato a programmare la riorganizzazione del sistema, visto anche il periodo estivo».

LEGGI ANCHE: Medici no-vax in servizio, gli Ordini dei sanitari veneti alla Regione: «Non cedete a ricatti»

Secondo una tabella diffusa dalla Regione Veneto, al 20 luglio 2021 erano 18mila 766 gli operatori sanitari, o con funzioni “di interesse sanitario“, oggetto di accertamento da parte dell’Ulss competente per luogo di residenza per quanto riguarda la vaccinazione. Le elaborazioni sono state condotte sugli elenchi forniti dai rispettivi ordini professionali.

LEGGI ANCHE: Green pass, dall’Ulss 9 un modulo per la verifica dei dati

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM