Sommacampagna pronta a festeggiare la Repubblica

Le norme che impongono il distanziamento sociale non consentono lo svolgimento di manifestazioni come da tradizione, ma il Comune di Sommacampagna, dietro la regia dell’Assessorato alla Cultura, promuove un calendario di iniziative virtuali, per celebrare ed approfondire la conoscenza di questo capitolo della storia italiana.

Alle ore 10.15 si terrà una cerimonia in forma ristretta davanti al Municipio, come da disposizioni prefettizie. Verrà riprodotta una registrazione dell’Inno di Mameli eseguito dal Corpo Bandistico di Sommacampagna. Alle 10.30, si rispetterà un minuto di raccoglimento per le vittime del coronavirus. I due momenti verranno trasmessi in diretta sulla pagina Facebook del Comune per consentire la partecipazione, seppur virtuale, di un ampio pubblico.

A seguire, sulla pagina Facebook e sul canale Youtube del Comune, verrà proposto un filmato in cui il Sindaco ed alcuni ragazzi del Corpo Bandistico presentano i princìpi fondamentali della Costituzione della Repubblica Italiana, valorizzandone i contenuti, anche attraverso immagini del nostro Paese.

Il Corpo Bandistico di Sommacampagna, che da diversi anni anima il 2 giugno con la propria festa a Villa Venier, offrirà infine alla cittadinanza “La fanfara per l’uomo comune”, un brano musicale eseguito a distanza, da 65 musicisti di un’età compresa tra gli 11 e gli 86 anni. Scritto nel 1942 da Aaron Copland e arrangiato per la banda dal maestro Daniele Accordini, vuole essere una dedica a tutti i cittadini del mondo, in un momento particolare come quello che stiamo vivendo.

Per approfondire la conoscenza della storia di questo giorno, con “I fatti in un libro”, la biblioteca comunale propone una bibliografia sul 2 giugno, per bambini e ragazzi e per adulti.

L’Assessore alla Cultura Eleonora Principe commenta: «La comunicazione a distanza rafforzata in questi mesi ci ha portato a ripensare il modo di commemorare, sviluppando modalità più efficaci ed incisive, arrivando così, inaspettatamente, ad ampliare notevolmente la platea e coinvolgendo maggiormente il pubblico, anche sotto l’aspetto emotivo». E conclude: «Un grande ringraziamento va al Corpo Bandistico, che quest’anno ha dovuto rinunciare alla propria festa, ma che con la sua musica, ci accompagnerà in questo insolito 2 giugno».