Solori, sportelli informatizzati per meno code e più sicurezza

Solori, la Società Locale di riscossione del Comune di Verona a cui è affidata la riscossione dei tributi locali, informatizza gli sportelli con le postazioni 4.0. Completamente automatizzati i nuovi sportelli nella sede principale di Solori, in vicolo volto Cittadella, 4, che sul sito web.

New call-to-action

Solori, la Società Locale di riscossione del Comune di Verona a cui è affidata la riscossione dei tributi locali, informatizza gli sportelli con le postazioni 4.0. Completamente automatizzati dalla lettura e stampa dei documenti alle modalità di pagamento, i nuovi sportelli saranno a disposizione dell’utenza sia nella sede principale di Solori, in vicolo volto Cittadella, 4, che sul sito web; nel giro di qualche mese potranno essere installati anche negli altri Comuni soci, Pescantina, San Giovanni Lupatoto, Valeggio sul Mincio e da poco Grezzana.

Accesso completo ai servizi e tempistica migliorata. «Verona Smart City è realtà anche nel settore dei tributi. Si tratta di un’innovazione tecnologica importante – afferma l’assessore al bilancio del Comune di Verona, Francesca Toffali – che intendiamo adottare e posizionare anche negli uffici delle otto circoscrizioni per agevolare l’accesso ai servizi di Solori anche a quei cittadini che hanno difficoltà a recarsi nello sportello centrale o che faticano ad utilizzare il pc».

L’amministratore unico Marco Vantini

«Lo Sportello Remoto può essere ospitato in ogni piccolo ufficio, quindi è l’ideale per una gestione che presidia il territorio di tutti i Comuni aderenti a Solori – spiega Marco Vantini, amministratore unico di Solori – e garantisce un accesso completo ai servizi ed una migliorata tempistica dei servizi. Garantisce l’operatività al 100% con zero rischio covid, evita anche gli assembramenti grazie alla gestione automatica della fila».

«Lo Sportello Remoto permette, grazie al pannello di controllo di cui è dotato, di gestire ogni tipologia di richiesta del cliente in tempo reale. Lo Sportello Remoto conserva l’esperienza umana della consulenza “uno a uno”, anche se funziona dal sito internet. Abbiamo scelto questa modalità considerando l’età media dei nostri utenti, si tratta di un’innovazione che non impone particolari conoscenze tecnologiche o di utilizzo del pc» prosegue.

Gli utenti di Solori potenzialmente interessati sono tutti i residenti dei Comuni soci: 250mila per il Comune di Verona, 17mila per Pescantina, 25mila per  San Giovanni Lupatoto, 15mila per Valeggio sul Mincio, 10mila per  Grezzana. «Solori ha investito 50 mila euro nel piano di informatizzazione degli sportelli, un investimento importante per garantire un servizio più efficiente» conclude Vantini.

LEGGI LE ALTRE NEWS