Soave, due arrestati con documenti falsi

I fatti risalgono a lunedì scorso, quando due cittadini sono stati fermati a Soave per un controllo, dal quale è emerso che i due erano in possesso di documenti d'identità contraffatti.

Soave arresto documenti falsi

È successo nella tarda mattina di lunedì scorso, quando i Carabinieri di Soave hanno proceduto al controllo di due soggetti, fermati nel centro del borgo, i quali hanno esibito ai Militari documenti di identità apparentemente rilasciati dall’Autorità Rumena, validi per l’espatrio ed in corso di validità, che presentavano però alcune anomalie subito notate dai Carabinieri.

LEGGI LE ULTIME NEWS

I sospetti erano ben riposti, i successivi approfondimenti investigativi hanno infatti permesso di accertare che i documenti, sebbene di ottima fattura, erano contraffatti e che in realtà i soggetti fermati fossero due cittadini albanesi, di 22 e 39 anni, entrati in Italia questo mese con passaporto albanese, per motivi di turismo, e che si erano procurati questi documenti per poter godere della libertà di circolazione in Italia e nel territorio europeo di cui possono usufruire i cittadini comunitari e aggirare quindi gli obblighi imposti agli stranieri extracomunitari circa il soggiorno in Italia.

I due, incensurati, sono stati arrestati per il reato di possesso di documenti falsi e la documentazione trovata nella loro disponibilità sottoposta a sequestro. L’arresto è stato convalidato il giorno seguente, dal Tribunale scaligero.

Ricevi il Daily! È gratis

👉 VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?
👉 È GRATUITO!
👉 CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI
PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
👉 CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM