Sindrome da rientro: alcuni consigli

Cominciare gradualmente, organizzare il lavoro e riprendere l’attività fisica. Sono solo alcuni dei consigli per chi torna a lavoro dopo alcune settimane di vacanza.

Perdita di concentrazione? Senso di stanchezza? Irritabilità? Può essere sindrome da rientro, e colpisce, secondo certi studi, fino ad una persona su due. Succede ad ogni rientro dalle vacanze quando è il momento di tornare a lavoro, e di re-inserirsi nella routine quotidiana. Una partenza, comunque, senza fatiche particolari per i veronesi.

“L’unica difficoltà che ho incontrato è il sonno alla mattina, però una volta partito mi sono riattivato”, ci confessa un giovane.

Come trovare dunque la giusta carica e motivazione per affrontare i primi, più difficili, giorni? Anzitutto partire con gradualità, non tuffarsi subito, se possibile, sugli impegni più gravosi; organizzarsi il lavoro quindi potrebbe essere una buona idea per ricominciare con il piede giusto. Otto ore di sonno e naturalmente l’attività fisica aiuteranno di certo a ristabilire lo status quo.

Ma c’è chi ancora la routine non l’ha spezzata, un passante ci dice che in ferie deve ancora andarci.

E chi invece questi problemi non li ha più. Un signore ai nostri microfoni ci dice: “Ma che sindrome da rientro, noi siamo pensionati. La nostra è più sindrome di andar via..”

GUARDA IL SERVIZIO DI TV7 VERONA NETWORK