Sindaco di Salizzole: «Spavento, ma nessun danno a persone o cose»

Angelo Campi, primo cittadino del comune veronese in cui c'è stato l'epicentro del terremoto questo pomeriggio, non segnala conseguenze rilevanti sul territorio.

Grande spavento questo pomeriggio in tutta la provincia di Verona, in particolare a Salizzole, per le due scosse di terremoto che hanno avuto proprio come epicentro il comune guidato dal sindaco Angelo Campi. La prima, alle 14.02, di magnitudo 3,4, e la seconda, più intensa, alle 15.38, di magnitudo 4,4.

«Ero in casa – dichiara il primo cittadino di Salizzole Angelo Campi – e la scossa si è sentita chiaramente. Mi sono subito messo in moto con la Protezione Civile e da un primo sopralluogo non sembrano esserci danni a cose o conseguenze per i cittadini. Domani faremo un altro sopralluogo, assieme ai vigili del fuoco, per verificare gli edifici pubblici, in particolare le scuole».

«Le persone sono spaventate, soprattutto per la notte che verrà. – conclude il sindaco – Noi abbiamo il COC (Centro operativo comunale) attivo per l’emergenza Covid, vedremo di allargarlo anche a questa nuova situazione che crea ansia e timore tra la cittadinanza. Per fortuna, ripeto, al momento non ci sono conseguenze».

LEGGI ANCHE: Nel pomeriggio scosse con epicentro nel veronese