Sindacati uniti per la scuola, mercoledì manifestazione a Mestre

Mercoledì 9 giugno alle ore 15 in piazza Ferretto cinque sigle sindacali manifesteranno unite per inserire modifiche urgenti al decreto legge del 20 maggio che il Governo ha predisposto anche per la scuola «senza un minimo confronto» con i sindacati stessi.

«Finalmente siamo uniti». Con queste parole Patrizio del Prete, vicepresidente di Anief Veneto, intervenuto questa mattina a Buongiorno Verona Live, ha commentato la manifestazione che si terrà mercoledì 9 giugno alle ore 15 in Piazza Piazza Ferretto a Mestre e che vedrà in prima linea, a protestare unitariamente, le sigle FLC Cigl, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snasl Consal e la stessa Anief.

I cinque sindacati chiedono a gran voce di adeguare l’ultimo decreto legge firmato dal governo al “Patto per la scuola al centro del Paese”. Infatti il 20 maggio scorso, mentre veniva sottoscritto il patto dalle organizzazioni sindacali confederali, l’Esecutivo predisponeva un DL che interviene sulle medesime materie senza – secondo i sindacati – alcun confronto».

«Il Patto per la Scuola riconosce l’impegno profuso da tutto il personale durante la pandemia. Ora questo riconoscimento va concretizzato e tradotto in misure e interventi che assicurino stabilità e continuità al lavoro e il regolare avvio dell’anno scolastico il primo settembre. Chiediamo alle forze politiche di impegnarsi a cambiare il provvedimento durante l’iter di conversione in legge» scrivono i rispettivi rappresentanti Marta Viotto, Sandra Biolo, Giuseppe Morgante, Daniela Avanzi e Rita Fusinato.

Le organizzazioni sindacali, in particolare, chiedono misure urgenti:

  • per la stabilizzazione di tutti i precari sia abilitati e specializzati sia con 3 anni di servizio
  • per la stabilizzazione dei DSGA facenti funzione con 3 anni di servizio
  • per il superamento dei blocchi sulla mobilità del personale
  • per il rafforzamento degli organici del personale docente, educativo ed ATA a partire dalla conferma dell’organico Covid
  • per la riduzione del numero massimo di alunni per classe
  • per consentire la partecipazione a un nuovo concorso anche in caso di mancato superamento del precedente

Ricevi il Daily

VUOI RICEVERE OGNI SERA IL QUOTIDIANO MULTIMEDIALE VERONA DAILY?

È GRATUITO! CLICCA QUI E SEGUI LE ISTRUZIONI PER RICEVERLO VIA EMAIL O WHATSAPP
(se scegli WhatsApp ricorda di salvare il numero in rubrica)

OPPURE
CLICCA QUI PER ISCRIVERTI AL CANALE TELEGRAM